Elena Ferrante: risolto il mistero?

Secondo Claudio Gatti de Il Sole 24 Ore sarebbe Anita Raja, traduttrice e moglie di Domenico Starnone

anita-raja-elena-ferrante.jpg

Elena Ferrante è Anita Raja? Dopo l’inchiesta di Marco Santagata dello scorso marzo finita in una bolla di sapone, sembra proprio che questa volta il cerchio si stringa intorno ad Anita Raja, moglie di Domenico Starnone che un paio d’anni fa era già stato sospettato di celarsi dietro il mistero della scrittrice senza volto.

A cercare di risolvere il rompicapo di Elena Ferrante è stato Il Sole 24 Ore che ha pubblicato la rivelazione – a firma Claudio Gatti – insieme al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, al sito di giornalismo investigativo francese Mediapart e alla rivista statunitense The New York Review of Books.

Le evidenze documentali prodotte nell’inchiesta indicano in Anita Raja la vera identità della scrittrice celata dietro lo pseudonimo a cui in molti hanno cercato di dare un volto, specialmente negli ultimi anni.

Raja lavora da anni per le Edizioni e/o con il ruolo di traduttrice freelance e non è una dipendente. Sarebbe proprio l’incongruenza fra il suo ruolo e i compensi pagatigli dalla casa editrice la prova “regina” dell’inchiesta del Sole 24 Ore.

09-amicageniale.jpg Nell’ultimo triennio, quello della tetralogia de L’amica geniale, i redditi registrati da Edizioni e/o hanno fatto registrare un vero e proprio boom: nel 2014 i ricavi sono stati del 65% superiori al 2013 e nel 2014 del 150% in più rispetto al 2014.

Un trend che è replicato dai compensi pagati da Edizioni e/o ad Anita Raja: nel 2014 l’incremento è stato del 50%, nel 2015 del 150%. Il compenso pagato dalla casa editrice alla traduttrice nel 2015 è stato sette volte superiore a quello pagatole nel 2010, quando il successo dei suoi libri era ancora circoscritto all’Italia.

La proporzionalità fra l’incremento dei profitti della casa editrice e i guadagni di Anita Raja, quindi, coinciderebbe con le somme generate dai diritti d’autore sulle copie vendute dei libri di Elena Ferrante.

L’inchiesta va molto a fondo e si estende alle proprietà immobiliari acquistate dalla Raja e da suo marito negli ultimi anni, quelli dei successi editoriali.

Arriverà un’altra smentita, com’era accaduto qualche mese fa quando era stata indicata Marcella Marmo? In caso contrario quello de Il Sole 24 Ore passerà alla storia come uno dei più importanti scoop del giornalismo letterario degli ultimi anni.

Via | Il Sole 24 Ore

Foto | Youtube

  • shares
  • Mail