E' morto Tommaso Labranca, i suoi libri più famosi

Lo scrittore, autore di "Andy Warhol era un coatto. Vivere e capire il trash" e "Estasi del pecoreccio", aveva 54 anni

Tommaso Labranca, scrittore, autore televisivo e conduttore radiofonico, è scomparso oggi a 54 anni. La notizia è stata resa nota dal collega, scrittore e giallista, Gianni Biondillo, che ha scritto un articolo sul sito Nazione Indiana di cui vi riportiamo uno stralcio:

"Ho appena ricevuto una notizia che mi ha tolto il fiato. Milo Miler, un caro amico dal Ticino, in lacrime, mi ha detto che questa notte è mancato Tommaso Labranca. Non sappiamo cosa sia successo, non sappiamo niente. Sappiamo solo di essere disperati"

Tra i libri più famosi di Labranca ci sono "Andy Warhol era un coatto. Vivere e capire il trash" e "Estasi del pecoreccio".

Nel corso della sua carriera ha anche scritto su riviste come Max e Acid Jazz, si è occupato di biografie (ha stilato quella di Renato Zero, Pietro Taricone, Coldplay, Michael Jackson, Freddie Mercury e di molti altri artisti, sia musicali che non), ha lavorato in televisione come autore del programma Anima mia, condotto nel 1997 da Fabio Fazio e Claudio Baglioni, e ha condotto alcuni programmi in radio.

Il suo ultimo lavoro è "Vraghinaroda. Viaggio allucinante fra creatori, mediatori e fruitori dell'arte".

  • shares
  • Mail