Nella Future Library i libri si leggeranno tra cento anni

Il progetto dell'artista Katie Paterson prevede la raccolta di 100 libri che saranno pubblicati nel 2114

Una biblioteca di libri che si potranno leggere soltanto nel 2114. Non è la trama di un film o di una storia di fantacienza, ma una biblioteca reale, chiamata proprio "Future Library", progetto artistico dell'artista scozzese Katie Paterson.

In cosa consiste? In una biblioteca, composta da 100 titoli, che raccoglie opere di scrittori celebri, di cui al momento non si conosce la trama nè altro e che potranno essere sfogliati e presi in prestito esattamente tra 98 anni.
Al momento dei 100 romanzi in programma se ne hanno soltanto due: il primo, "Scribbler Moon", della scrittrice canadese Margaret Atwood e qualche giorno fa è stato consegnato il secondo romanzo che andrà a colmare gli scaffali della libreria del futuro.

Il romanzo in questione si intitola "From Me Flows What You Call Time" (“Da me scorre ciò che tu chiami tempo”) ed è dell'autore inglese David Mitchell, famoso per il romanzo "Cloud Atlas", da cui è stato tratto l’omonimo film. Lo scrittore ha personalmente consegnato alla madrina del progetto il suo manoscritto, dopo una solenne cerimonia nella foresta del Nordmarka, vicino a Oslo, scelta come location per l'apertura della Future Library. Al momento i manoscritti si trovano in una biblioteca pubblica di Oslo, che inaugurerà nel 2019.

La Future Library stamperà personalmente i manoscritti, utilizzando carta proveniente dagli alberi  piantati nella foresta del Nordmarka. I libri potranno  essere presi in prestito all'interno della biblioteca. I libri saranno "di autori di qualsiasi età e nazionalità, di qualsiasi stile e genere o insieme di generi, e di qualsiasi lingua", come ha spiegato Paterson in una recente intervista al Guardian.

Credits | Facebook

  • shares
  • Mail