Google Books, per la Corte Suprema non c'è violazione di copyright

La Corte Usa dà ragione al colosso della Silicon Valley, contro l'Authors Guild

SAN ANSELMO, CA - DECEMBER 07: A computer screen displays the newly launched Google eBooks online bookstore on December 7, 2010 in San Anselmo, California. Google's much anticipated Internet bookstore launched Monday in the U.S. and features a portion of the 15 million printed books that Google has scanned into its digital archive along with new releases from nearly 4,000 publishers. (Photo Illustration by Justin Sullivan/Getty Images)

Nessuna violazione di copyright da parte di Google Books. E’ quanto recentemente deciso dalla Corte Costituzionale Usa dopo anni di battaglie legali tra il gigante della Silicon Valley e Authors Guild, l'associazione degli scrittori più antica d'America.

Sì alla scansione di testi, anche integrali: la sentenza verte sulla digitalizzazione come servizio pubblico volto alla conoscenza della collettività. La decisione dà nuovamente carta bianca a Google Books, che 12 anni fa era nata dopo un accordo con numerose biblioteche per digitalizzare i loro testi cartacei, per un totale di oltre 15 milioni di libri. Tra le biblioteche rientrano anche nomi illustri come quella dell’ università di Harvard e Stanford, ma anche quelle di Roma e di Firenze.

Poco tempo dopo, però, arriva lo stop della Authors Guild, che si rivolge direttamente in Tribunale. E qualche giorno fa, la sentenza, che conferma quella precedentemente uscita nel 2013. E cioè che "Google Books offre benefici pubblici, promuove il progresso delle arti e delle scienze, pur rispettando i diritti degli autori e dei creatori, e senza avere impatti negativi sui detentori del copyright".

Sì al “fair use”, dunque, ma con qualche timore: se da una parte, infatti, la sentenza legalizza la digitalizzazione e persino il text mining, cioè l’indicizzazione dei testi, dall’altra c’è chi ha paura che una multinazionale come Google possa decidere di utilizzare i testi per un proprio vantaggio economico, soprattutto per quei testi che non hanno più diritti di copyright. Non ci resta che fidarci del buonsenso. Di una potente multinazionale.

SAN ANSELMO, CA - DECEMBER 07: A computer screen displays the newly launched Google eBooks online bookstore on December 7, 2010 in San Anselmo, California. Google's much anticipated Internet bookstore launched Monday in the U.S. and features a portion of the 15 million printed books that Google has scanned into its digital archive along with new releases from nearly 4,000 publishers. (Photo Illustration by Justin Sullivan/Getty Images)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail