Il nome della rosa, riassunto e trama del romanzo di Eco

Il libro più conosciuto dello scrittore è stato tradotto in 40 lingue e ha venduto milioni di copie in tutto il mondo

E' forse uno dei volumi più famosi al mondo: parliamo de "Il nome della rosa", libro scritto da Umberto Eco nel 1980, da cui nel 1986 è stato tratto il film omonimo con Sean Connery.

Nel giro di una trentina d'anni, "Il nome della rosa" - che ha vinto numerosi premi e riconoscimenti tra cui il Premio Strega nel 1981 - ha venduto oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo, ed è stato tradotto in oltre 40 lingue.

Si tratta del primo romanzo del semiologo, si può definire un giallo (anche se come genere è difficilmente collocabile), e vede come protagonista Guglielmo di Baskerville: ambientato alla fine del 1327 in un monastero benedettino dell'Italia settentrionale, utilizza un pretesto letterario, ovvero un manoscritto ritrovato da cui parte la narrazione.

Narratore è un monaco, Adso de Melk, che racconta le vicende accadute quando lui era novizio, allievo di Guglielmo di Baskerville appunto. La storia si svolge lungo sette giornate, e ogni giorno è rigidamente scandito dagli orari della vita monastica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail