Libri fantasy da leggere

Ecco alcuni titoli per avvicinarsi a uno dei generi letterari più amati dai lettori di tutto il mondo

Il fantasy è uno dei generi preferiti dai lettori di tutto il mondo. L’offerta è talmente vasta, i titoli e le saghe così tanti da rendere molto difficile la scelta di chi voglia muovere i primi passi fra romanzi che ci riportano all’epica cavalleresca ed evocano un medioevo vero o immaginario, nel quale la fantasia e l’immaginazione si liberano dalle costrizioni del realismo per dar vita a terre, creature, regni e magie capaci di rapire l’attenzione dei lettori come nessun altro genere sa fare.

Il primo libro che viene in mente è, naturalmente, Il Signore degli anelli scritto nel 1954 da J. R. R. Tolkien e portato sul grande schermo cinematografico da Peter Jackson quasi cinquant’anni dopo. Pur se ambientato in un mondo immaginario, il libro che racconta le avventure di Frodo e della Compagnia dell’Anello è assolutamente verosimile grazie alla meticolosa ricostruzione di un mondo totalmente immaginario. I fatti precedenti sono descritti in un altro libro, Lo Hobbit (1937) che ha come protagonisti il mago Gandalf, Bilbo Baggins e Gollum e il drago Smaug. Anche questo libro, come il primo, ha generato una trilogia cinematografica.

Un altro grande classico imprescindibile per chi vuole conoscere il genere fantasy è Le nebbie di Avalon (1983) di Marion Zimmer Bradley che fornisce una versione personale e psicologicamente approfondita delle leggende di Re Artù e dei cavalieri della Tavola rotonda.

Un altro grande classico è La spada di Shannara (1977) di Terry Brooks, primo capitolo di una saga articolata in ben venticinque libri, l’ultimo dei quali è stato pubblicato nel 2014. Protagonisti di questo libro sono i fratelli Shea e Flick Ohmsford che lottano contro il Signore degli Inganni, oscura e malvagia minaccia che incombe sulle Quattro Terre. Molte le analogie con l’opera tolkeniana che hanno costretto Brooks a difendersi a più riprese dalle accuse di plagio nei confronti dell’autore britannico.

La storia infinita (1979) di Michael Ende è un romanzo di formazione, un viaggio immaginario che ha conquistato generazioni di lettori e anche spettatori visto che la riduzione cinematografica di Wolfgang Petersen è stata e resta un vero e proprio cult del genere.

Il meraviglioso mago di Oz (1900) di L. Frank Baum è un altro straordinario cult reso noto dalla riduzione cinematografica del 1939. Racconta l’incredibile viaggio di Dorothy e del cagnolino Toto nel regno del mago di Oz, l’unico che può farla ritornare a casa. I suoi compagni di viaggio sono uno Spaventapasseri, un Leone Vigliacco e un Boscaiolo di Latta.

Il trono di spade (1996) di George R. Martin è il primo capitolo della saga da cui è stata tratta una delle serie televisive di maggiore successo dell’ultimo decennio. Intrighi e rivalità, guerre e omicidi, amori e tradimenti sono al centro di questa vicenda che si svolge in un mondo in cui le estati e gli inverni possono durare intere generazioni.

L’ultimo cavaliere (1982) è il libro che apre la saga fantasy della Torre Nera, articolata in otto volumi dal prolifico Stephen King. Il protagonista è Roland Deschain e la particolarità di questa saga è la commistione fra fantasy, fantascienza, western e horror.

Last but not least Harry Potter e la pietra filosofale (1997), primo dei sette libri di J. K. Rowling che in soli dieci anni hanno venduto 450 milioni di copie in tutto il mondo. Protagonista di queste vicende è il giovane mago Harry Potter che studia Magia e Stregoneria a Hogwarts insieme agli amici Ron Weasley ed Hermione Granger.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: