Il nome di Dio è Misericordia di Papa Francesco

Il libro-intervista curato da Andrea Tornielli ed edito da Piemme è stato lanciato in contemporanea in 86 Paesi del mondo

Dopo gli ottimi riscontri ottenuti dalla pubblicazione dell’enciclica Laudato Si’ all’inizio della scorsa estate, è in libreria da alcuni giorni Il nome di Dio è Misericordia, il libro-intervista firmato da Papa Francesco, curato dal giornalista Andrea Tornielli di Vatican Insider ed edito da Piemme.

Tema centrale del libro di Bergoglio è quello della misericordia, il filo rosso che tiene unite le sue esperienze personali di uomo, di sacerdote e di pontefice.

71gmp1thasl.jpg Il Papa ha voluto vergare personalmente le copertine delle edizioni in lingua italiana, inglese, francese, tedesca, spagnola e portoghese.

Papa Francesco si rivolge a ogni donna e a ogni uomo del Pianeta, in primo luogo, come si legge nella presentazione del libro, a “quell'umanità inquieta e dolente che chiede di essere accolta e non respinta: i poveri e gli emarginati, i carcerati e le prostitute, ma anche i disorientati e i lontani dalla fede, gli omosessuali e i divorziati”.

Il libro è scritto sotto forma di conversazione con il vaticanista Tornielli e spiega le ragioni dell’Anno Santo che Bergoglio ha fortemente voluto. Inoltre, “senza disconoscere le questioni etiche e teologiche, ribadisce che la Chiesa non può chiudere la porta a nessuno; piuttosto ha il compito di far breccia nelle coscienze per aprire spiragli di assunzione di responsabilità e di allontanamento dal male compiuto”.

Primo grande libro dell’anno, Il nome di Dio è Misericordia è stato lanciato in contemporanea in 86 Paesi del mondo e sarà verosimilmente uno dei besteseller dei primi mesi del 2016.

Via | Piemme

  • shares
  • Mail