Aie, calano ancora i lettori in Italia: persi altri 848mila lettori | Video

Le opinioni di Federico Motta, Ilaria Borletti Buitoni e Laura Donnini.

Al Festival del libro di Francoforte in corso in questi giorni, l'Associazione italiana editori ha presentato il Rapporto sullo stato dell'editoria in Italia 2015 dal quale si evince che quest'anno sono stati persi altri 848mila lettori. In termini percentuali il calo è del 3,4% in un Paese che non si è mai distinto per un alto numero di lettori "forti".

Il Presidente dell'Aie, Federico Motta, come potete vedere nel video in alto, ha sottolineato che quello della promozione della lettura in Italia non è un un problema qualsiasi, ma "Il problema", difficile da risolvere perché, non essendo una priorità della politica, non può aspirare a investimenti adeguati.

Se facciamo un paragone tra Italia e Francia, i nostri vicini d'Oltralpe investono cento volte di più rispetto a noi nella promozione della lettura, le case editrici si impegnano in questa lotta e vengono utilizzati in maniera adeguata anche gli altri media.

A proposito di quest'ultimo punto, l'amministratore delegato di RCS Libri (di recente acquistato da Mondadori) Laura Donnini, che fa anche parte del comitato di presidenza dell'Aie, chiede aiuto alle tv e mette in evidenza come difficilmente in una fiction italiana le storie sono ambientate in una libreria o abbiano per protagonisti personaggi che amano leggere.

A Francoforte è presente anche Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario ai Beni Culturali, che ha sottolineato invece come il governo si stia impegnando per promuovere la cultura, partendo prima di tutto dalla scuola e ha ricordato l'iniziativa Libriamoci, quest'anno giunta alla seconda edizione, che si pone l'obiettivo di stimolare la lettura nelle scuole.

Aie, calano ancora i lettori in Italia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail