Mondadori acquista Rcs Libri

View of the Mondadori publishing group logo in Milan on July 9, 2011. A Milan court ordered Italian premier Silvio Berlusconi's Fininvest company today to pay rival media group CIR 560 million euros after it bribed a judge to approve a company takeover. The Milan appeals court reduced by a quarter the original 750-million-euro ($1-billion) damages claim that a civil court had ordered the holding company to pay in October 2009. This was compensation for Fininvest wresting control of the leading Mondadori publishing house from Compagnie Industriali Riunite (CIR) in 1990. AFP PHOTO / GIUSEPPE ARESU (Photo credit should read GIUSEPPE ARESU/AFP/Getty Images)

Un contratto di 127,5 milioni. E'quanto è costata la cessione di Rcs Libri alla Mondadori da parte di Rcs Media Group.

Con il recente acquisto,  Mondadori è arrivata a detenere quasi il 40 per cento del mercato editoriale in Italia.
L'accordo è giunto ieri, 4 ottobre, dopo 9 mesi di trattative: la casa editrice di Segrate si è aggiudicata tutti i marchi del settore librario di Rcs, come Rizzoli, storico concorrente di Mondadori, Bompiani e Marsilio, che si vanno ad aggiungere a quelli già presenti (Einaudi, Piemme e Sperling & Kupfer). Esclusa dalla vendita Adelphi: il  socio e fondatore  Roberto Calasso ha annunciato che ricomprerà le quote di Rcs per evitare la cessione.

L'accordo fa sì che Mondadori include nel suo portafoglio una serie di autori di tutto rispetto, come Umberto Eco, Andrea De Carlo, Michel Houllebecq.

Sull'acquisto c'è il rischio Antitrust. Sì, perchè la "Mondazzoli" - come scherzosamente la chiamano da ieri i giornalisti e gli addetti ai lavori - si ritrova ad avere il 30-40 per cento del mercato dei libri,una posizione che l'Authority potrebbe bollare come dominante.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail