Di vigna in vigna, la guida dell’Italia del vino

Una guida turistica sulle strade del vino edita da Edt e firmata da Tiziano Gaia

vigna2.png

Di vigna in vigna è arrivata nelle librerie lo scorso 17 settembre, giusto in tempo per la vendemmia 2015 che si annuncia ricca e abbondante, ed è la prima guida turistica per tutti coloro che amano il vino e vogliono viverlo in prima persona nei luoghi dove nasce e dove viene prodotto.

Con 40 itinerari dal Trentino Alto Adige alla Sicilia, 200 cantine, 115 ristoranti, 154 alberghi, 200 bottiglie imperdibili da stappare e degustare in loco e 100 box dedicati alla cultura e ad altri piaceri “collaterali” all’enologia, la guida di Edt promette di diventare il livre de chevet dei viaggiatori che amano far tintinnare i calici fra una tappa e l’altra.

L’Italia, d’altronde, possiede ben 1200 vitigni autoctoni, un’eterogeneità che non possiede nessun altro Paese al mondo. Nella vicina Francia, per esempio, i vitigni autoctoni sono solamente 200…

Intorno al vino, molti abili produttori hanno costruito consolidate economie di scala e Di vigna in vigna ci guida alla conoscenza di quei luoghi (relais e spa, hôtel de charme e b&b, ristoranti top e pop) nei quali è possibile assaggiare i migliori vini del luogo e degustare i sapori del territorio.

Autore della guida è Tiziano Gaia, per anni vice-curatore della guida Vini d’Italia, collaboratore del libro Grandi Vini di Joe Bastianich, bestseller negli States, e della guida Slow Wine e organizzatore della Tre bicchieri, una delle più grandi degustazioni al mondo. Il libro è edito dalla casa editrice piemontese Edt che distribuisce le guide Lonely Planet in Italia.

vigna1.png

Via | Edt

  • shares
  • Mail