Cristiana Rumori, Microcosmi erotici

Abbandonare la propria voce di donna.
Pensare, scrivere ed emozionarsi come se fosse un uomo. Questo, in sintesi, l'obiettivo che si pone Cristiana Rumori nel suo libro d'esordio Microcosmi erotici, edito dalla casa editrice napoletana NonSoloParole.
Il libro è costituito da un prologo, nel quale l'autrice motiva la sua scelta di dare vita a storie nelle quali la costante è rappresentata dalla presenza di un io narrante maschile, e da otto racconti, in ciascuno dei quali il protagonista dimostra di vivere diversamente il proprio rapporto con l'universo femminile e con la sessualità, più in generale.
C'è quindi l'uomo che vive il sesso come distruzione, l'uomo che mette due donne le une contro le altre e gode di questa rivalità, l'artista che trasforma la donna desiderata in una tela sulla quale realizzare le proprie fantasie, l'omosessuale, in crisi con il proprio compagno, che si lascia trascinare in una torbida vicenda passionale, l'uomo di mezza età che, dopo reciproci tradimenti, riesce a ritrovare la propria intesa sessuale con la moglie, l'uomo troppo sicuro di sé, disprezzato da una donna fortemente desiderata, l'uomo anziano che passa in rassegna gli anni della sua vita, scandite dal costante amore per la moglie scomparsa da pochi anni, e il guardone che cerca di abbordare una donna che spia dalla finestra della sua casa.
Piccoli squarci quotidiani.
Otto profili di uomini tratteggiati con semplicità e linearità.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: