Libri Gender, Monfalcone adotta i libri proibiti a Venezia

gettyimages-482722374.jpg

La storia dei libri gender messi al bando dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro è una pagina nera per la storia e la cultura italiana. Fortunatamente, però la risposta dell'opinione pubblica è stata molto forte ed ha contrastato apertamente, sotto numerose iniziative, l'idea di eliminare dalle biblioteche delle scuole tutti queli libri con genitore 1 e genitore 2.

Se a Venezia saranno attentamente messi al vaglio per controllare se effettivamente possono essere ricollocati sugli scaffali, a Monfalcone vengono tutti "adottati". Lo riporta il quotidiano Il Piccolo: i libri "censurati" saranno presentati durante le due mattinate conclusive dei centri estivi realizzati dal Comune, assieme a quelli di Staranzano e San Canzian d’Isonzo, con fondi propri e del Servizio regionale pari opportunità, da lunedì 31 agosto per due settimane con sede nella scuola primaria Duca d’Aosta.

Non solo: venerdì 4 settembre, nella Biblioteca di via Ceriani, l’assessorato Pari opportunità ha chiamato a confrontarsi con i cittadini l’illustratore Francesco Tullio Altan, autore delle immagini di “Piccolo uovo” di Francesca Pardi sulle famiglie eterosessuali, omosessuali adottive, omogenitoriali, con genitore single o quelli ricorsi alla fecondazione assistita.

Altan, Piccolo uovo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail