"siseneG", il racconto più corto di Arthur C. Clarke

Solo 31 parole per il racconto fantascientifico più breve mai scritto finora

gettyimages-2757369.jpg

Trentuno. Sono le parole utilizzate per "siseneG", il più breve racconto di fantascienza scritto da Arthur C. Clarke, l’autore di "La sentinella", romanzo dal quale è stato tratto il plot del film "2001: Odissea nello spazio" di Stanley Kubrick.

Pubblicato nel 1984 sulla rivista americana Analog, questo racconto breve, anzi, brevissimo,  era accompagnato da una piccola nota dello stesso scrittore, che commentava così: “Questo è l’unico racconto che ho scritto in dieci anni, o giù di lì. Credo sarete d’accordo che non avrei potuto farlo più breve di così”. Oltre a essere il suo scritto più corto, è anche uno degli ultimi racconti realizzati da Clarke prima della sua scomparsa, nel 2008. "siseneG" è una sorta di Genesi al contrario, come dice anche il titolo.
Noi ve lo proponiamo qui sotto, con tanto di traduzione. Eccolo:

And God said: DELETE lines One to Aleph. LOAD. RUN.
And the Universe ceased to exist.

Then he pondered for a few aeons, sighed, and added: ERASE.
It never had existed.

E Dio disse: ELIMINA linee da Uno ad Aleph. CARICA. ESEGUI.
E l'universo cessò di esistere.

Poi ci rifletté per alcuni eoni, sospirò, e aggiunse: CANCELLA.
Non è mai esistito.


Un vero e proprio esercizio di scrittura attraverso il quale l'autore di capolavori di fantascienza si  dilettato a giocare con la sintesi. In 31 parole, infatti, il racconto contiene tutti gli elementi essenziali di un racconto fantascientifico, nonchè i punti cardine del suo stile e dei suoi temi:  l’universo, la divinità e il tema dei computer senzienti.

gettyimages-80301377.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail