Laura Grimaldi, la regina italiana del giallo, è morta

Laura Grimaldi, la regina italiana del giallo, è mortaLaura Grimaldi, chiamata la regina italiana del giallo, è morta a Milano. Aveva 84 anni. Scrittrice, traduttrice e critica letteraria, Laura Grimaldi è stata soprattutto direttrice di collane che sono pietre miliari della storia del giallo in Italia, come Segretissimo e Il Giallo Mondadori. Consulente del gruppo editoriale Il Saggiatore è stata co-fondatrice della casa editrice Interno Giallo (che poi è stata acquistata da Mondadori). Il suo ultimo libro, Faccia un bel respiro, parla del dolore e della sofferenza dei malati, esperienza che ha vissuto in prima persona, in quando affetta da bronco-pneumo-patia ostruttiva cronica, malattia che l'ha portata alla morte.

A Laura Grimaldi traduttrice si devono la pubblicazione in Italia di autori come Eric Ambler, Ray Bradbury, John Dickson Carr, Raymond Chandler, Agatha Christie, Philip K. Dick, Thomas Harris, Ernest Hemingway, Ellery Queen, Rex Stout, Scott Turow, Donald E. Westlake. I suoi romanzi – tra cui ricordiamo la trilogia Il sospetto, La colpa, La paura – sono pubblicati molti paesi del mondo, tra cui Spagna, Portogallo, Francia, Germania, Cecoslovacchia, Grecia, Russia, Polonia.

A proposito di giallo e noir ebbe a dire in un'intervista a Repubblica:

Mi piace il noir che è caos, il giallo d'indagine è ordine e mi pare che per noi che le regole le rispettiamo, ce ne siano già troppe...

  • shares
  • Mail