Giusi Marchetta per il Bibliopride: il fascino delle biblioteche



"Quando dico ai miei alunni che esiste un posto dove si possono adare a prendere i libri, che si può stare quanto tempo si vuole, che sono gratuiti e si possono portare a casa, troppi di loro ci mettono tanto a capire che sto parlando della biblioteca".

Un vero peccato per Giusi Marchetta, insegnate e scrittrice nonchè testimonial - assieme a Daniel Pennac - di BiblioPride 2015, manifestazione di rivalsa per le biblioteche e i bibliotecari italiani. Un peccato che molti, specie i ragazzi, non conoscano il fascino di questi luoghi di sapere, di cultura, ma anche di incontro e socializzazione.

Un fascino che la stessa scrittrice ammette di aver conosciuto tardi, non prima dell'Università, perchè dove ha vissuto una biblioteca non c'era. Poi, durante gli anni dell'università, ha conosciuto la preziosità della Biblioteca Nazionale di Napoli, così piena di testi antichi e rari da sfogliare con le proprie mani.

Così il messaggio della testimonial della manifestazione  è quello di rivalutare, riscoprire, valorizzare le biblioteche proprio attraverso BiblioPride, la manifestazione che si terrà in tutta Italia dal 24 maggio al 6 giugno e che vede le biblioteche scendere in piazza con visite guidate, presentazione di libri, dibattiti, laboratori didattici e letture per bambini.

bibliopride_senzanno_900x900

  • shares
  • Mail