BiblioPride 2015, Daniel Pennac è testimonial

Sarà lo scrittore francese il testimonial di BiblioPride 2015

FRANCE-THEATRE-PENNAC

Sarà lo scrittore francese Daniel Pennac il testimonial di BiblioPride 2015, la manifestazione che si terrà in tutta Italia dal 24 maggio al 6 giugno e che vede le biblioteche scendere in piazza con visite guidate, presentazione di libri, dibattiti, laboratori didattici e letture per bambini.

Organizzata dall'Associazione Italiana Biblioteche sotto l'alto patronato del presidente della Repubblica, BiblioPride - Giornata Nazionale delle Biblioteche è arrivata alla sua quarta edizione e si prefigge lo scopo di valorizzare il ruolo delle biblioteche italiane.
Le due giornate principali della manifestazione si svolgeranno a Milano il 22 e 23 maggio: venerdì 22 a Palazzo Reale si terrà il  convegno internazionale “Strong libraries, strong societies”, sulle biblioteche del Mediterraneo, con la partecipazione, tra gli altri, anche di Sinikka Sipilä, presidente IFLA.

Sabato 23, invece, alla Rotonda della Besana, a partire dalle ore 12 si svolgerà una vera e propria festa aperta ai cittadini con diverse iniziative, oltre a una maratona letteraria con scrittori, artisti, intellettuali e giornalisti che si avvicenderanno sul palco dando vita a una narrazione fatta di letture, ricordi personali, testimonianze e videomessaggi per ricordare l’importanza delle biblioteche, culla di tutte le letture possibili senza alcuna barriera culturale, sociale o religiosa. Durante la maratona di sabato 23 verranno letti da diversi volontari di tutte le età alcuni brani di libri censurati dall’invenzione della stampa ai giorni nostri.

Appuntamenti e iniziative in tutta Italia fino al 6 giugno per rivendicare l'orgoglio delle biblioteche e dei bibliotecari e sottolineando i servizi da loro elargiti e sulla possibilità di far accedere tutti al diritto al sapere.  Una serie di iniziative e  attività speciali per tutte le età e i gusti, consultabili sul sito dell'Aib.
Tanti appuntamenti, un unico obiettivo: ricordare che le biblioteche sono un valore da salvaguardare perché portano una nuova socialità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail