Super Size Me: il libro, il film e la verità

SuperSizeMeQuesto potrebbe essere un post incrociato Booksblog-Gustoblog-Cineblog.

Perché sta per uscire un nuovo libro, che è già un film e prima di tutto un'inchiesta.
Si tratta di Super Size me, la storia di un uomo che per trenta giorni di seguito ha mangiato nei McDonald's, dimostrando che una dieta di pochi giorni a base di Chicken McNuggets, Mc Menu e Milk Shake si può rivelare alla fine pericolosa per la salute.

Morgan Spurlock, un newyorkese di 33 anni in buona salute, per un mese ha consumato tutti i suoi pasti da McDonald’s. A forza di cheeseburgers, patatine fritte e frappè al cioccolato, il suo peso ha cominciato a lievitare. Ma la ciccia in più si è rivelata il minore dei suoi problemi. Dopo pochi giorni dall’inizio della Mc-dieta, Spurlock ha cominciato ad avvertire un malessere generale, tanto che una mattina ha vomitato dal finestrino della sua auto. Il medico di base che poco dopo l’ha visitato è rimasto sorpreso nel veder mutate così velocemente le condizioni di salute di un paziente che fino a poco tempo prima era in perfetta forma: il fegato presentava segni di tossicità, il colesterolo superava i livelli massimi, la libido era terribilmente calata e un mal di testa continuo si accompagnava ad un umore depresso.

Il documentario, Super Size me, vincitore del Sundace Festival, è appena arrivato in Italia, anticipando di pochissimo il libro edito dalla Fandango: "Non mangiate questo libro".
Esagerazione (ed esasperazione) o realtà?

  • shares
  • Mail