La scrittrice Ruth Rendell è morta

A 85 anni è morta la scrittrice inglese Ruth Rendell, autrice di romanzi polizieschi e psicologici

La scrittrice Ruth Rendell è morta

A 85 anni è morta la scrittrice inglese Ruth Rendell. Nata a Londra il 17 febbraio 1930 Rendell (il cui nome completo è Ruth Barbara Grasemann Rendell) è stata una delle più prolifiche e amate autrici di romanzi gialli, tanto che è chiamata la “regina del crimine” insieme a P. D. James. Suo è il personaggio dell'investigatore capo Wexford, che fece la sua prima comparsa in Lettere mortali, del 1964 (pubblicato in Italia nel 1980). Occhi nel buio (1990 – pubblicato in originale nel 1986) è il romanzo che segna l'inizio di una serie di thriller più lunghi e articolati che Ruth Rendell pubblica con lo pseudonimo di Barbara Vine. Da gennaio era ricoverata in ospedale per via di un colpo apoplettico. Dal 1997 sedeva per il laburisti alla Camera dei Lord, dove si impegnava in campagne quali quella contro la mutilazione genitale femminile.

I suoi romanzi sono carichi di suspense e connotati da un profondo scavo nella psicologia dei personaggi: ricordiamo, a tal proposito La morte non sa leggere (1977, in Italia 1987) e Carne viva (1986 e in traduzione italiana 1990; il titolo è reso anche con Carne tremula, dopo che Pedro Almodovar ne ha tratto il film) che poi sono anche diventati film di successo. In Italia è stata pubblicata da diversi editori, tra cui Bompiani, Mondadori, Rizzoli, Longanesi, Corbaccio, Fanucci.

Via | The Guardian

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail