“Malefica luna d'agosto” di Cristina Guarducci

Nella provincia toscana, la storia, piena di scontri e incidenti per un’eredità contesa, di una famiglia nobile decaduta: una favola nera sul nostro mondo interiore

Cristina Guarducci, Malefica luna d'agosto

Malefica luna d’agosto di Cristina Guarducci è un libro senza dubbio particolare, la cui lettura affascina per la storia che è narrata e per come viene raccontata e incuriosisce perché ci si chiede a ogni pagina come finirà la storia.

Distribuita nell’arco di tre giorni d’agosto, in una lussureggiante Toscana, Cristina Guarducci ci presenta la storia di una nobile famiglia (anzi due) su cui grava una sorta di maledizione millenaria che è allo stesso tempo vergogna ma anche certezza di essere degni eredi di quella schiatta.

L’idilliaca vita familiare dei protagonisti della storia, che vive tra le mollezze della villa nella campagna toscana, viene all’improvviso rotta da una notizia che riguarda un’eredità e da lì, con ritmo serrato, si scatenano una serie di eventi che porteranno alla verità su tutta la vicenda e a una pacificazione degli animi.

Ma non si pensi che il libro di Guarducci sia un testo pesante: pur affrontando una storia assurda, in cui il fantasy è onnipresente (anche se, personalmente, mi sembra proprio una bella presa in giro dello stile fantasy), siamo di fronte a un testo onirico e gustosamente ironico, non di rado comico, che affronta alcuni temi tipici di un certo tipo di letteratura (premonizioni, innamoramento del personaggio fantastico, sdilinquimenti vari per il belloccio di turno e relativi incontri sessuali molto intensi, forza interiore dei personaggi che viene percepita da tutti in maniera lampante, forze sovrumane…) confezionando il tutto in una storia che appassionerà molti, sia coloro che amano il genere fantasy che quanti lo guardano con un po’ di diffidenza.

Cristina Guarducci
Malefica luna d'agosto
Fazi, 2015
ISBN 9788876257148
pp 184, euro 16
disponibile anche in eBook

  • shares
  • Mail