In libreria “Mina” di Roberta Maresci per i 75 anni della Tigre

In libreria “Mina” di Roberta Maresci per celebrare i 75 anni della Tigre

Mina compie 75 anni (lo so, non si dicono gli anni di una signora, ma questo è un compleanno del tutto speciale) e la casa editrice Gremese, in collaborazione con Diva Universal, firma una nuova operazione editoriale nella collana di monografie Donne nel mito. Il titolo del libro è semplicemente Mina – potrebbe essere altrimenti? – e a scriverlo è Roberta Maresci, giornalista che già abbiamo apprezzato per altri suoi testi (come quello su Maria Callas e su Raffaella Carrà).

Mina, libro di Roberta Maresci

Questo libro di Roberta Maresci ci racconta la vita e la carriera della nostra più amata artista. L’unica che è diventata una star… per poi cercare di farlo dimenticare a tutti. Curiosando tra le pagine del testo in libreria, scopriamo anche un aspetto simpatico che riguarda le letture di Mina. Scrive Roberta Maresci:

Cucina, canta, scrive, fa la maglia e legge. Di tutto, di più. Tra le sue letture preferite c’è Il mestiere di vivere di Cesare Pavese. «Per la verità sono tre gli scrittori che preferisco: Pavese, Roth, Faulkner. Ma mettiamoci anche Soldati, pazzo, frenetico, furibondo». Ammira Beniamino Placido: «Adorabile», dice, «che uomo straordinario, lo stimo moltissimo». In merito alla lettura, spiega: «Ho scoperto che, oltre a Topolino e Paperino, esistono anche Kafka e Dostoevskij». La Disney, chiamata in causa, ha preso la palla al balzo, trasformando Mina in un simpatico personaggio dei fumetti chiamato Mina Uack.

I libri, poi, sono suoi compagni quando a Lugano vuole fuggire da tutto il clamore mediatico che l’accompagna. Leggiamo nel libro di Maresci:

A Lugano […] per un semplice caffè si rifugia nella “Biblioteca” del Gran Café al Porto, una sala privata, quasi segreta. Solo cinque posti, libri, Internet, linea telefonica privata e pareti con affreschi del Quattrocento.

  • shares
  • Mail