Chi ti ha insegnato a leggere?

Leggere è sognare

"Leggere è sognare", ma se siete qui a leggerci, lo sapete già, e non vi stiamo raccontando niente di nuovo. Nessuna scoperta rivoluzionaria dunque, ma un piccolo invito curioso. Dopo tante pagine divorate, per ragioni diverse e per interessi distanti, c'è una sola cosa che unisce quasi tutti i membri della nutrita "comunità lettorica", la stessa capacità di leggere. Un'attitudine non innata che qualcuno, istituzionalmente o amorevolmente preposto, si è preoccupato di inculcarci. Insomma, per farla breve, hai mai pensato a chi ti ha messo in mano le chiavi di questo universo meraviglioso e affascinante? In pratica, ricordi esattamente chi ti ha insegnato a leggere?

La locandina che accompagna l'articolo, realizzata per veicolare la campagna per incentivare della lettura tra i bambini nei rifugi catalani, promossa dalla fondazione Soñar Despierto, la dice lunga, e ci ha ispirato l'interrogativo in questione. Perché spesso mettiamo un po' da parte coloro che ci hanno introdotti ad un tale indispensabile noviziato, ma basta un piccolo sforzo di memoria per ritrovare il volto di una maestra, la voce di un parente e guardare con un nuovo sguardo la grande avventura alla quale hanno dato inizio.

E tu, affezionato lettore di booksblog, ricordi chi ha ti ha guidato nei primi passi tra le parole? Fai un piccolo sforzo, aspettiamo anche il tuo racconto nei nostri commenti.

Via | elmundo.es

  • shares
  • Mail