Agatha Christie, Assassinio sull'Orient Express: il riassunto

Assassinio sull'Orient Express è uno dei romanzi più noti di Agatha Christie in cui vediamo all'opera Hercule Poirot

Assassinio sull'Orient Express è un romanzo giallo di Agatha Christie con protagonista Hercule Poirot. Si tratta di un celebre giallo che poi è diventato ancora più famoso grazie al film omonimo del 1974 diretto da Sidney Lumet e che nel 1975 valse l’Oscar come Miglior attrice non protagonista a Ingrid Bergman.

Il romanzo Assassinio sull'Orient Express è stato scritto da Agatha Christie durante una sua permanenza a Istanbul (si trovava presso il Pera Palas Hotel, stanza 411, che oggi è diventata un piccolo museo in suo onore): la pubblicazione, come spesso si usava in quegli anni, vide la luce a puntate, negli USA, sul Saturday Evening Post nell'estate del 1933, e poi l’anno seguente divenne un libro a sé stante per i tipi del Collins Crime Club (in Italia giunse nel 1935, grazie a Mondadori, che lo diede alla stampe con il titolo Orient Express e poi con Assassinio sull'Orient Express).

Agatha Christie, Assassinio sull'Orient Express

Questo l’incipit del giallo, nella traduzione di traduzione di Alfredo Pitta:

Erano circa le 5 di una mattina d'inverno, in Siria. Lungo il marciapiede della stazione d'Aleppo era già formato il treno che gli orari ferroviari internazionali indicavano pomposamente col nome di Taurus Express, e che consisteva in due vetture ordinarie, un vagone-letto e un vagone-ristorante con annesso cucinino.
Vicino alla scaletta di uno degli sportelli del vagone-letto, un giovane tenente francese, splendido nella sua uniforme, conversava con un omino imbacuccato fino alle orecchie e del quale erano visibili solo il naso arrossato e le punte di un paio di baffi arricciati all'insù.

La trama è la seguente. Sull’Orient Express – il celeberrimo treno che unisce Parigi a Istanbul – l’investigatore Hercule Poirot (che era partito da Istanbul ed era diretto a Londra) deve occuparsi di un delitto efferato. Mentre il treno è fermo a causa della neve, infatti, uno dei passeggeri pugnala a morte Samuel Edward Ratchett, ricco americano in viaggio d’affari (dietro cui si cela il latitante Cassetti, come sapremo in seguito). Evidentemente l'assassino deve nascondersi fra i viaggiatori: tra indizi e interrogatori, sembra che nessuno dei viaggiatori abbia un vero motivo per commettere il crimine. Un'indagine complicata attende l'infallibile detective e la soluzione non sarà poi così scontata come si potrebbe pensare.

  • shares
  • Mail