San Valentino, le lettere d'amore più belle: vince Johnny Cash

In un sondaggio gli inglesi hanno votato le lettere d'amore di personaggi celebri più belle


Che l'amasse tanto lo avevamo già capito ascoltando canzoni come "You are my sunshine". Ma la prova d'amore è questa lettera, scritta in occasione del compleanno di sua moglie June Carter, che ha fatto vincere Johnny Cash come l'autore di una delle lettere d'amore più belle di tutti i tempi.

Il sondaggio, pubblicato in Inghilterra dal Daily Mail, ha rivelato le 10 lettere d'amore più romantiche di tutti i tempi. Il primo posto è per the Man in Black, il cantautore statunitense, seguito da Wiston Churchill e John Keats. Ultimo posto per un altro grande chitarrista,   Jimi Hendrix.

Ecco il testo della lettera vincitrice: Cash scrisse questo biglietto d'auguri nel 1994 in occasione del 65esimo compleanno di sua moglie, June:

Buon compleanno Principessa,
Siamo invecchiati e ci siamo abituati l'uno all'altra. La pensiamo allo stesso modo. Ci leggiamo nel pensiero. Sappiamo ciò che l'altro vuole senza chiederlo. Qualche volta ci diamo fastidio l'un l'altro. Forse qualche volta ci prendiamo per scontati.
Ma una volta ogni tanto, come oggi, ci penso e realizzo quanto sono fortunato a dividere la mia vita con la migliore donna che io abbia mai incontrato.
Ancora mi incanti e mi ispiri.
Mi influenzi per il meglio.
Sei l'oggetto dei miei desideri, la prima ragione terrena della mia esistenza.
Ti amo tanto.
Buon Compleanno Principessa,
John

Il secondo posto è dell'ex primo ministro britannico Winston Churchill, con la lettera d'amore alla sua "Dear Clemmie", e del suo sentirsi "in schiacciante debito con te, se mai esistano conti in amore", mentre il terzo posto se lo aggiudica il poeta Keats con la missiva alla sua vicina Fanny Brawne, alla quale scrive nel 1819 che "non posso esistere senza di te - mi dimentico di tutto tranne che di vederti ancora - la mia vita sembra fermarsi - non vedo nient'altro - Mi hai assorbito".

La classifica continua con Ernest Hemingway e il suo "sentirsi a casa" ogni volta che mette le braccia attorno al collo di Marlene Dietrich; Napoleone Bonaparte e Josephine de Beauharnais "Da quando ti ho lasciato, sono sempre depresso. La mia felicità è essere vicino a te"; Richard Burton e l'elogio alla bellezza di Elizabeth Taylor "I miei occhi ciechi stanno disperatamente aspettando di vederti".

Settimo posto per Enrico VIII che esprime così il suo amore per Anna Bolena e in attesa di una risposta di lei dopo esser stato "ferito dal dardo d'amore, e non ancora sicuro se troverò un posto nel vostro cuore", mentre l'ottavo posto è per Beethoven e i suoi scritti per la sua "Amata immortale".
Al nono posto gli inglesi hanno votato per le parole d'amore che l'ex presidente Usa Gerald Ford scrisse a sua moglie Betty dopo che le fu diagnosticato un tumore al seno: "Nessuna parola scritta può esprimere adeguatamente il nostro profondo, profondo amore".

Ultimo posto invece per Jimi Hendrix che scrive così alla sua "bambina": "La felicità è dentro di te. Così spezza le catene dal tuo cuore e lascia che cresca come il fiore dolce che sei... Io so la risposta- Basta aprire le tue ali e sentirti LIBERA".

Johnny Cash With Wife June And Son John

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail