P. D. James è morta: addio alla creatrice dell’ispettore Adam Dalgliesh

A 94 anni nella sua casa di Oxford, nel sud dell’Inghilterra, è morta la scrittrice P. D. James

La scrittrice P.D. James – il cui nome completo è Phyllis Dorothy Jamesè deceduta nella propria casa di Oxford, nell'Inghilterra meridionale. Membro della Camera dei Lords, dal 1991, con orientamento conservatore, è stata una celebre giallista (sua la frase: “Un libro giallo non parla di omicidi ma della restaurazione dell'ordine”) che ha dato vita all'ispettore Adam Dalgliesh, indiscusso protagonista di libri come Copritele il volto, Una mente per uccidere, Una notte di luna per l’ispettore Dalgliesh e La stanza dei delitti.

Nata ad Oxford nel 1920, P.D. James ha lasciato ben presto gli studi e inizia a lavorare in vari uffici, situazione questa che la segnerà abbastanza visto che molti suoi romanzi sono ambientati in luoghi che, in un modo o nell'altro, hanno a che fare con la burocrazia.

La scrittrice PD James è morta

Il suo primo romanzo è Copritele il volto e risale al 1962, anche se in Italia verrà pubblicato solo nel 1993 da Mondadori (suo editore per tutte le altre pubblicazioni in italiano). Dal 1962 per P. D. James è stato un vero turbinio di libri e pubblicazioni, che l'hanno portata a vincere diversi premi, tra cui per tre volte (1971, 1975 e 1986) il Silver Dagger Award (assegnato annualmente dalla Crime Writers' Association per il miglior romanzo giallo dell'anno), il Premio Macavity (assegnato dalla Mystery Readers International per il miglior romanzo poliziesco) nel 1987 e, sempre nello stesso anno, il Cartier Diamond Dagger (premio letterario britannico assegnato annualmente dalla Crime Writers' Association ad un autore la cui carriera letteraria sia stata segnata dall'eccellenza e che abbia dato un contributo significativo al genere).

Tra i suoi lavori figura anche il romanzo I figli degli uomini che nel 2006 è diventato un film per la regia di Alfonso Cuarón.

Noi di Blogo la ricordiamo con una frase tratta dal suo romanzo La stanza dei delitti (traduzione di Grazia Maria Griffini):

Tutti i moventi per l'omicidio sono riassunti esaurientemente in queste quattro parole: amore, lussuria, denaro e odio. Ti verranno a raccontare, ragazzo, che la più pericolosa è l'odio. Non crederci. La più pericolosa è l'amore.

  • shares
  • Mail