Una poesia d'amore di E. E. Cummings

Una poesia di Edward Estlin Cummings (1894-1963) dedicata agli innamorati che non sentono il freddo dell'inverno.

Le persone che si amano possono forse preoccuparsi del freddo invernale? Loro non sentono freddo perché i cuori ardono e i corpi divampano nella fiamma dell’amore e della passione. Irrazionale è l’amore e, forse per questo, è sempre bello e giovane, a qualunque età.

Di tale irrazionalità istintiva è pervasa la poesia Più d’ogni cosa nel cielo del poeta-romanziere statunitense Edward Estlin Cummings (1894-1963), che era solito firmarsi e. e. cummings. Un’ottima poesia per la domenica per riscaldarsi i cuori, anche (soprattutto?), in assenza dell’amore.

Amanti nella neve

Più d’ogni cosa nel cielo

ti amo tanto (mio bel tesoro)

più di chiunque sulla terra e
mi piaci di più d’ogni cosa nel cielo

- sole e canti ti fanno festa se vieni

anche se l’inverno è ovunque
con tanto silenzio e tanto buio
niuno riesce a indovinare

(solo la mia vita) la vera stagione –

e se ciò che si chiama mondo avesse
la fortuna di udire quei canti (o di scorgere

quel sole che s’alza altissimo nel cuore
di qualcuno più che lieto ogni volta

che sei più vicino) tutti certo crederebbero
(tesoro mio bello) soltanto nell’amore

e.e. cummings, oltre a essere poeta e scrittore, è stato anche pittore e illustratore ed è celebre per il suo uso particolare delle maiuscole e della punteggiatura (come si vede anche dalla poesia riportata): segni inaspettati di punteggiatura e che sembrano fuori posto tanto da interrompere frasi o anche singole parole sono un suo elemento distintivo, tanto che i suoi componimenti sono più semplici da capire leggendoli sulla pagina scritta che non con una lettura ad alta voce (una sua poesia declamata la si trova a inizio post).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail