Maturità 2015, restano i commissari esterni

Eliminata dal testo della Legge di Stabilità la modifica alle commissioni per i prossimi esami di Stato

Fuori i commisari esterni. Anzi no. Nemmeno un mese sembrava certo che per la Maturità 2015 i maturandi avrebbero affrontato l'esame di Stato esclusivamente con la commissione interna, composta dai docenti che li avevano seguiti per cinque anni. E invece.

Invece oggi arriva la notizia ufficiale dal Ministero per l'Istruzione che nella stesura finale della Legge di Stabilità è stata eliminata la modifica alle commissioni per i prossimi esami di  Maturità. Il testo precedente voleva la commissione composta esclusivamente da 6 membri interni alla prova, eccezion fatta per il presidente, esterno. Ma nella nuova versione del ddl, invece, di questa modifica non c'è traccia. Resta tutto immutato, quindi, con la classica commissione 3+3 - esterni ed interni - ed il presidente esterno.

La modifica, che il Miur dichiarava di voler apportare per una questione di continuità, a vantaggio esclusivo dello studente, era anche voluta per una questione economica: la commissione interna, infatti, avrebbe fatto risparmiare allo Stato 147 milioni di euro.

Ma, escludendo il lato economico, la modifica non era piaciuta quasi a nessuno, tranne agli studenti. Insegnanti e presidi avevano infatti criticato la riforma, bocciandola aspramente al punto da arrivare a chiedere l'abolizione dell'esame di Stato, data l'inutilità della nuova versione di un rito considerato ormai, secondo le dichiarazioni del presidente della Disal (Associazione professionale Dirigenti Scuole Statali e Paritarie) «bizantino ormai antiquato a cui non crede più né il mondo delle università, nè il mondo del lavoro».

Professori e dirigenti si sono mobilitati in questo mese attraverso varie forme, tra cui una petizione online che ha raccolto oltre cinquecentomila firme in meno di un mese. Si chiedeva al governo di ritornare sui suoi passi, in contrasto con le indicazioni dell'Ocse che parlano di "esaminatori terzi" in grado di segnalare in maniera imparziale l'effettiva preparazione degli studenti. E così è stato.

Maturità 2014: come si traduce una buona versione

  • shares
  • Mail