Bertolt Brecht, genio letterario del Novecento

Bertolt Brecht (1898-1956) è stato drammaturgo, poeta, regista teatrale, tra i più influenti del Novecento.

Ho iniziato ad amare Bertolt Brecht alle scuole medie, in terza media per la precisione, quando la prof di italiano ci fece studiare la poesia Tebe dalle sette porte:

Tebe dalle sette porte, chi la costruì ?
Ci sono i nomi dei re, dentro i libri.
Son stati i re a strascicarli, quei blocchi di pietra?
Babilonia distrutta tante volte,
chi altrettante la riedificò ? In quali case,
di Lima lucente d’oro, abitavano i costruttori?
Dove andarono, la sera che fu terminata la Grande Muraglia,
i muratori? Roma la grande
è piena d’archi di trionfo. Su chi
trionfarono i Cesari? La celebrata Bisanzio
aveva solo palazzi per i suoi abitanti? Anche nella favolosa Atlantide,
la notte che il mare li inghiottì, affogavano urlando
aiuto ai loro schiavi.
Il giovane Alessandro conquistò l’India
da solo?
Cesare sconfisse i Galli.
Non aveva con sé nemmeno un cuoco?
Filippo di Spagna pianse quando la flotta
gli fu affondata. Nessun altro pianse?
Federico II vinse la guerra dei Sette Anni. Chi
oltre a lui l’ha vinta?
Una vittoria per ogni pagina.
Chi cucinò la cena della vittoria?
Ogni dieci anni un grande uomo.
Chi ne pagò le spese?

Quante vicende,
tante domande.

Bertolt Brecht

Drammaturgo, poeta, regista teatrale, tra i più grandi e influenti del Novecento, Bertolt Brecht nasce ad Augusta, in Germania, nel 1898, figlio di un dirigente d'azienda. Si trasferisce a Monaco e poi a Berlino, e lavora al teatro insieme al regista Erwin Piscator e al musicista Kurt Weil. Nella cerchia dei suoi amici figura anche Walter Benjamin.

Legato al partito comunista, all'avvento del nazismo Bertolt Brecht lascia la Germania e si stabilisce in Danimarca, quindi negli Stati Uniti, dove, però, è inquisito dal Comitato per le attività antiamericane durante la «caccia alle streghe» e così nel 1948 torna in Europa e si stabilisce a Berlino Est, città in cui fonda la compagnia Berliner Ensemble a Berlino Est e dove vive fino alla morte avvenuta nel 1956, a soli cinquantotto anni di età.

In italiano le sue opere sono state pubblicate da Einaudi.

Non ho bisogno di una lapide sulla tomba
ma, se voi ne avete bisogno,
vorrei ci fosse scritto:
ha fatto proposte. Noi
le abbiamo approvate.
Una simile iscrizione
onorerebbe tutti quanti.

  • shares
  • Mail