La classifica dei libri della settimana. Torna Sveva Casati Modignani

Torna Sveva Casati Modignani, new entry settembrina, che nella classifica dei libri più venduti in Italia si piazza appena un gradino sotto il podio, con il suo Il bacio di Giuda (Mondadori).

Eccola là, la regina dei best seller, Sveva Casati Modignani, che come al solito non sbaglia un colpo si assicura un posto in top ten questa settimana col suo ultimo Il bacio di Giuda, Mondadori, che fresca new entry si piazza subito appena un gradino sotto il podio.

Andando con ordine, come riferisce la classifica dei libri più venduti della settimana in Italia dal 7 al 13 settembre, in prima posizione troviamo ancora Colpa delle stelle di John Green (Rizzoli) complice anche l'uscita della trasposizione cinematografica.

Alle sue spalle, l'ultima fatica del buon Camilleri, ovvero Donne, edito da Sellerio, ritratti al femminile, mentre non molla neanche Storia di una ladra di libri di Zusak (Frassinelli). Come dicevamo, in quarta posizione c'è il Bacio di Giuda di Sveva Casati Modignani.

L'autrice lo definisce “un ulteriore tuffo nella storia della mia infanzia”, e si tratta del seguito de Il diavolo e la rossumata, best seller da 150mila copie, e racconta un ritratto intimo e famigliare e allo stesso tempo impigliato nel reale, della “sua” Milano del dopoguerra, vista con gli occhi di una bambina che guarda i grandi da sotto in su.

In questo caso, Il bacio di Giuda si riferisce alla pessima opinione che sembravano avere del mondo intero la mamma e la nonna.

bacio-di-giuda

 

Per loro il mondo “infliggeva loro grandi torti, invece di ossequiarle e gratificarle come si aspettavano – racconta l’autrice – Da questa presunta mancanza di riconoscimento del loro valore scaturivano rancori senza fine. Per entrambe erano tutti dei “Giuda Iscariota”.

Massimo Recalcati, con la sua opera fresca di stampa L'ora di lezione (Einaudi) sulle meraviglie dell'istruzione, si piazza sul quinto gradino mentre è sesto il sempreverde Geronimo Stilton con il suo Nono viaggio nel Regno della Fantasia (Piemme).

Cercando Alaska di John Green (Rizzoli), trainato dal successo di Colpa delle stelle, si posizione in settima posizione, mentre in terzultima c'è Il male non dimentica di Costantini (Marsilio). Passione per l'attualità invece grazie a Federico Rampini, un giornalista molto amato dal pubblico in tutto quel che scrive.

Rampini questa volta getta l'occhio oltre l'orizzonte digitale con Rete padrona (Feltrinelli). Chiudono le Dieci sfumature di grigio di James (Mondadori)

Via | Tuttolibri

  • shares
  • Mail