Il trono della luna crescente, di Saladin Ahmed. Fantasy candidato ai premi Hugo e Nebula

In uscita l'edizione cartacea del romanzo d'esordio di Saladin Ahmed, scrittore araboamericano

Il trono della luna crescente (Throne of the Crescent Moon) è un romanzo fantasy sword & sorcery di Saladin Ahmed. Ha vinto il Locus Award for Best First Novel ed è stato candidato come miglior romanzo ai premi Nebula 2012 e Hugo 2013.

Saladin Ahmed è un poeta e uno scrittore fantasy e sci-fi americano del 1975. Nato in Michigan, a Detroit, ha origini mediorientali (libanese-egiziane), irlandesi e polacche; ha vissuto la sua infanzia in un'enclave araboamericana a Dearborn, cittadina del Michigan a forte presenza mediorientale (40.000 abitanti su circa 100.000 hanno origini in Medioriente; Dearborn è la cittadina USA con la più alta percentuale di araboamericani del paese).

Saladin Ahmed ha due lauree artistico-letterarie, ha insegnato scrittura creativa per una decina d'anni in università americane, è sposato con una psicologa-scrittrice di canzoni e ha due gemelli, nati nel 2010. In letteratura - in seno alla quale ha scritto racconti pubblicati in antologie e su riviste che sono stati più volte candidati a premi, tra cui Campbell e Nebula - è attivo dal 2009. Il trono della luna crescente, scritto nel 2012, è stato il suo romanzo d'esordio, molto apprezzato da pubblico, critica e colleghi scrittori (tra cui George R. R. Martin, Patrick Rothfuss, Scott Lynch, Rick Riordan).

Il libro, che è il primo capitolo della Crescent Moon Kingdoms Trilogy ed è considerato intelligente, originale, altamente godibile e adatto sia ai fantici del fantasy che ai neofiti del genere (*), si ambienta in un regno ispirato al Medio Oriente islamico (*) e racconta la storia, d'armi e magia, di un mago-cacciatore di mostri sessantenne e di un prete-guerriero-spadaccino provetto alto un metro e mezzo che, insieme ad alcuni amici, vecchi e nuovi, tra cui Zamia, ragazza mutaforma, saranno l'unica risorsa per salvare la grande città di Dhamsawaat.

Nel romanzo troveremo lotte tra fondamentalisti e moderati, tra chi ha fede e chi è scettico, lotte di potere, un califfo dittatore, un ladro che ruba ai ricchi per dare ai poveri (ispirato a Robin Hood e al protagonista mascherato da Guy Fawkes di V per Vendetta *), guerrieri ed eretici, una serie di omicidi soprannaturali, forse a sfondo politico, una ribellione che cresce inarrestabile, ghul, demoni, mutaforma, spade biforcute, un essere misterioso che vuole sovvertire l'ordine naturale delle cose e quant'altro. A chi interessano i paragoni, del libro Ahmed stesso dice: Naguib Mahfouz meets Fritz Leiber (*).

il-trono-della-luna-crescente-ahmed-fanucci

Questa la sinossi ufficiale de Il trono della luna crescente: Regni della Luna Crescente, territori in cui dimorano santi guerrieri ed eretici, cortigiani e assassini, assoggettati al potere di un feroce Califfo, sono messi a ferro e fuoco da un misterioso furfante che si fa chiamare “il Principe Falco”. Mentre la rivolta incalza, una serie di brutali omicidi che sembrano guidati da una forza sovrannaturale colpisce la città di Dhamsawaat. Adoulla Makhslood, l’ultimo dei cacciatori di ghul, creature fatte d’ombra e dalla pelle di sciacallo, vorrebbe ritirarsi, ma capisce che non è ancora il momento giusto. Insieme al suo giovane assistente Raseed, coraggioso e fiero, e all’affascinante Zamia, capace di risvegliare un’arcana magia, si ritroverà coinvolto nella ricerca della verità su queste morti. In poco tempo i tre diventeranno eroi loro malgrado di una battaglia ben più crudele e spaventosa: non solo sulla città, ma sull’intera umanità, incombe la minaccia di una fine sanguinosa che solo loro possono sventare. Un esordio prestigioso nel solco della migliore tradizione epic fantasy.

L'autore su Facebook e Twitter.

Saladin Ahmed

Il trono della luna crescente (Throne of the Crescent Moon)
Fanucci € 14,00
In uscita cartacea il 25 settembre
(Ebook disponibile dal 18 settembre a € 4,99)

  • shares
  • Mail