Dal libro al film: Il grande Gatsby

Negli anni più vulnerabili della giovinezza, mio padre mi diede un consiglio che non mi è mai più uscito di mente. "Quando ti vien voglia di criticare qualcuno" mi disse "ricordati che non tutti a questo mondo hanno avuto i vantaggi che hai avuto tu". Non disse altro, ma eravamo sempre stati insolitamente comunicativi nonostante il nostro riserbo, e capii che voleva dire molto più di questo. Perciò ho la tendenza a evitare ogni giudizio, una abitudine che oltre a rivelarmi molti caratteri strani mi ha anche reso vittima di non pochi scocciatori inveterati.

Il grande Gatsby arriverà nelle sale italiane a gennaio 2013 il film di Baz Luhrmann, in 3D, tratto dal capolavoro di Francis Scott Fitzgerald. Nei panni dell'elegante e misterioso Jay Gatsby ci sarà Leonardo DiCaprio. Nel cast figurano anche Tobey Maguire (che interpreta Nick Carraway, il coprotagonista), Carey Mulligan (sarà Daisy) e Joel Edgerton (Tom Buchanan, marito di Daisy).

Il romanzo venne pubblicato per la pubblicato per la prima volta a New York il 10 aprile 1925, mentre in Italia arrivò nel 1936 con la traduzione di Giardini e il titolo Gatsby il magnifico (diventato poi Il grande Gatsby nella traduzione di Fernanda Pivano del 1950).

Non è la prima volta che il libro viene tradotto in film: nel 1926 ci fu una versione muta; nel 1949 è la volta del regista Elliott Nuget che vede Gatsby interpretato da Alan Ladd; infine, nel 1974 Jack Clayton ne fa una nuova versione con la sceneggiatura di Francis Ford Coppola, e come interpreti Robert Redford e Mia Farrow. Il grande Gatsby ha avuto anche due riduzioni teatrali: la prima è del 1926 ed è firmata dal drammaturgo Owen Davis, mentre la seconda è un'opera musicale di John Harbison e risale al 1999.

  • shares
  • Mail