Per chi suona la campanella: ecco le date di inizio anno scolastico

Pronto il calendario con tutte le date di apertura delle scuole. Previste anche le date di chiusura e i giorni festivi

Una notizia che renderà i ragazzi, rilassati sulle spiagge e in vacanza, meno felici. Il Ministero per l'Istruzione ha infatti pubblicato il calendario per l'anno scolastico 2014/2015, con tutte le date di apertura delle scuole elementari, medie e superiori.

I primi a ritornare sui banchi saranno gli studenti della provincia di Bolzano: per loro, che sono stati gli ultimi a chiudere la scuola, il rientro è previsto l'8 settembre. Seguiranno le scuole della provincia di Trento e del Molise, che cominceranno la scuola il 10 settembre e poi quelli di Abruzzo e Valle d’Aosta, con la campanella che suonerà l'11 settembre.

Nelle restanti regioni d'Italia la data fissata dal Ministero resta quella del 15 settembre, ad eccezione di Puglia e Sicilia, dove gli studenti metteranno lo zaino in spalla per ultimi, cioè il 17 settembre.

Al via l’anno scolastico, tra il decreto scuola del Governo e il caro libri

Fissate anche tutte le varie festività, comprese sia quelle nazionali e i ponti che quelle regionali e locali, decise in virtù dell'autonomia.

Nel calendario, infine sono presenti anche le date di chiusura dell'anno scolastico: terminati i "200 giorni" minimi - da quest'anno obbligatori - previsti dal calendario scolastico, la campanella d'uscita suonerà tra il 6 e l'11 giugno.

Qualcuno poi dovrà ritornare: è il caso degli studenti degli istituti superiori che dovranno affrontare gli Esami di Maturità 2015. La data della Prima prova di italiano ci sarà il 17 giugno.

Due giorni dopo sarà la volta dei ragazzi di terza media, con la prova Invalsi: data fissata sul calendario, 19 giugno 2015.

Tra le novità di quest'anno scolastico ci sono i cosidetti "calendari pluriennali" adottati da alcune Regioni, come la Toscana e il Lazio, Lombardia ed Emilia Romagna. L'iniziativa consiste in questo: da quest'anno in poi le date di inizio e fine anno saranno sempre le stesse (15 settembre - 8 giugno) con slittamento o anticipo al primo giorno lavorativo successivo o precedente se la data scelta è un sabato o un festivo. Secondo gli istituti questa scelta consentirà un'organizzazione programmata e pianficata per tempo sia da parte delle scuole che delle famiglie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail