Le meraviglie del possibile. Antologia della fantascienza, di Einaudi

Un grande classico della fantascienza

Uscita il mese scorso, e inspiegabilmente "mancata" da chi scrive, Le meraviglie del possibile è una spettacolare antologia di fantascienza edita da Einaudi e curata da Sergio Solmi e Carlo Fruttero, storico curatore di Urania, insieme a Franco Lucentini, dagli Anni Sessanta agli Anni Ottanta.

Il libro è stato pubblicato, per la prima volta, nel 1959 ed è stato riproposto dalla casa editrice in varie occasioni, nei decenni successivi, sia in forma ridotta, che con piccole variazioni o in versione integrale, l'ultima delle quali proprio a giugno di quest'anno.

La raccolta contiene 29 racconti, principalmente degli Anni Cinquanta, ma anche Quaranta - alcuni dei quali grandi classici della fantascienza e Premio Hugo - di 20 autori diversi di altissimo profilo. Fredric Brown, king of short stories, è presente con quattro racconti, Ray Bradbury con tre, Isaac Asimov, Richard Matheson, Robert Sheckley e William Tenn con due. Arricchiscono la pregevole antologia anche H. G. Wells che, essendo un precursore, apre le danze con un racconto del 1897, Robert Heinlein, Clifford Simak, A. E. van Vogt, Arthur C. Clarke, Daniel Keyes, Carlo Fruttero, che qui scrive come Charles F. Obstbaum, e altri.

Moltissimi gli argomenti trattati. Ci sono storie ambientate su un pianeta Venere profondamente ostile, celebri scene di guerre aliene con sorpresa, incontri tra culture diverse, duelli che determinano il destino di intere civiltà (Arena di Fredric Brown, ripreso da Star Trek), androidi extraterrestri, robot umani, rapimenti e invasioni aliene, consegunze del consumismo estremo, società distopiche e anziani eliminati, bambini assassini, esperimenti che hanno ricadute mentali, psicologiche ed emotive, ricerca del nome di Dio e fine del mondo, etc.

le-meraviglie-del-possibile-einaudi In dettaglio, abbiamo:
L'uovo di cristallo (The Crystal Egg, 1897) di H. G. Wells;
Villaggio incantato (Enchanted Village, 1950) di A. E. van Vogt;
Pioggia senza fine (Death-by-Rain, 1950) di Ray Bradbury;
Sentinella (Sentry, 1954) di Fredric Brown;
Prott (Prott, 1953) di Margaret Saint Clair;
Il labirinto (The Maze, 1950) di Frank M. Robinson;
Miraggio (Mirage, 1956) di Clifford Simak;
Il duello (Arena, 1944) di Fredric Brown;
Il doppio criminale (Party of the Two Parts, 1954) di William Tenn;
Impostore (Impostor, 1953) di Philip K. Dick;
Le immagini non mentono (Pictures Don't Lies, 1951) di Katherine Maclean;
Un uomo esemplare (Man of Distinction, 1951) di Fredric Brown;
L'ultimo dei marziani (The Last Martian, 1950) di Fredric Brown;
Servocittà (Dumb Waiter, 1952) di Walter M. Miller Jr.;
Nove volte sette (Feeling of Power, 1957) di Isaac Asimov;
Consolazione garantita (Satisfation Guaranted, 1951) di Isaac Asimov;
Acciaio (Steel, 1956) di Richard Matheson;
Dati disponibili sulla Reazione Worp (The Available Data on the Worp Reaction, 1953) di Lion Miller;
La scoperta di Morniel Mathaway (The Discovery of Morniel Mathaway, 1955) di William Tenn;
Passò intorno ai cavalli (He Walked Around the Horses, 1948) di H. Beam Piper;
La casa nuova ("...And He Built a Crooked House", 1941) di Robert Heinlein;
Il costo della vita (Cost of Living, 1952) di Robert Sheckley;
La settima vittima (Seventh Victim, 1953) di Robert Sheckley;
L'esame (The Test, 1954) di Richard Matheson;
Il Veldt (The Veldt, 1951, precedentemente pubblicato come The World the Children Made, 1950) di Ray Bradbury;
Fiori per Algernon (Flowers for Algernon, 1959) di Daniel Keyes;
I nove miliardi di nomi di Dio (The Nine Billions Name of God, 1952) di Arthur C. Clarke;
L'affare Herzog (The Historical Case of Lieutenant Herzog, 1959) di Charles F. Obstbaum (alias Carlo Fruttero) ;
Ora zero (Zero Hour, 1947) di Ray Bradbury.

Questa la sinossi ufficiale de Le meraviglie del possibile: Da una produzione ricchissima sono stati scelti ventinove racconti di autori importanti, da H. G. Wells a Robert Sheckley, da Philip K. Dick a Ray Bradbury, da Richard Matheson al grande maestro Isaac Asimov.

Colpi di scena, dimensioni stravolte, ora grottesche ora caricaturali, interrogano il presente nello schermo deformato del futuribile, facendo di questa storica antologia, pubblicata per la prima volta nel 1959, una galassia di racconti vorticosi e incalzanti, destinati a rimanere nel tempo.

AA. VV.
a cura di Sergio Solmi e Carlo Fruttero
Le meraviglie del possibile
pagg. 560
€ 15,50
Uscito a giugno 2014

Video | Trailer originale dell'episodio Arena di Star Trek, serie originale, andato in onda il 19 gennaio 1967

  • shares
  • Mail