5 libri gialli da leggere in estate

Un'estate in giallo? Perché no! Ecco 5 consigli di lettura per l'estate: gialli, naturalmente.

Impazzano le liste di lettura per l’estate, anche se quest’estate è un po’ bislacca e se, come nota qualcuno, diverse liste che si trovano online sembrano fotocopie l’una dell’altra e siano più che altro omaggi a questa o quell’altra casa editrice.

Così noi andiamo a caccia di liste un po’ diverse da quelle che girano e ne abbiamo trovate alcune interessanti su iBooks, l’app di Apple per i libri. Nella categoria libri gialli consigliati per l’estate 2014 troviamo sedici titoli. Noi abbiamo scelto i primi cinque (pur se bisogna dire che anche la lista di Apple non è che sia così innovativa rispetto alle altre).

5 libri gialli da leggere in estate


  1. Dan Brown, Inferno (Mondadori, 2013): Il profilo di Dante che ci guarda dalla copertina è il motore mobile di un thriller che di "infernale" ha molto. Il ritmo e poi il simbolismo acceso, e infine la complessità dei personaggi. Non è sorprendente che lo studioso di simbologia Robert Langdon sia un esperto di Dante. È naturale che al poeta fiorentino e alla visionarietà con cui tradusse la temperie della sua epoca tormentata il professore americano abbia dedicato studi e corsi universitari ad Harvard. È normale che a Firenze Robert Langdon sia di casa, che il David e piazza della Signoria, il giardino di Boboli e Palazzo Vecchio siano per lui uno sfondo familiare. Ma ora è tutto diverso, non c'è niente di normale. È un incubo e la sua conoscenza della città fin nei labirinti delle stradine, dei corridoi dei palazzi, dei passaggi segreti può aiutarlo a salvarsi la vita. Il Robert Langdon che si sveglia in una stanza d'ospedale, stordito, sedato, ferito alla testa, gli abiti insanguinati su una sedia, ricorda a stento il proprio nome, non capisce come sia arrivato a Firenze, chi abbia tentato di ucciderlo e perché i suoi inseguitori non sembrino affatto intenzionati a mollare il colpo. Barcollante, la mente invasa da apparizioni mostruose, il professore deve scappare. Aiutato solo dalla giovane dottoressa Sienna Brooks, soccorrevole, ma misteriosa come troppe persone e cose intorno a lui, deve scappare da tutti. Comincia una caccia all'uomo in cui schieramenti avversi si potrebbero ritrovare dalla stessa parte, in cui niente è quel che sembra.

  2. Stephen King, Miglio 81 (Sperling & Kupfer, 2011 disponibile sono in eBook): Al Miglio 81 dell'autostrada che attraversa il Maine c'è una stazione di servizio chiusa, dove i ragazzi del liceo vanno a bere e a cacciarsi nei guai, come tutti i ragazzi di quell'età. È proprio lì che finisce Pete Simmons, quando suo fratello maggiore lo lascia solo per andare a giocare con gli amici. Pete si infila nel fast food abbandonato, con una bottiglia di vodka mezza piena. Ne beve abbastanza da addormentarsi. Poco dopo, una station wagon sfonda l'ingresso dell'area di servizio. La portiera si apre, ma non esce nessuno. Doug Clayton, un assicuratore di Bangor, sta guidando la sua Prius diretto a un convegno. Sul sedile posteriore c'è la borsa con i documenti mentre su quello del passeggero tiene la Bibbia, che considera l'unico vero manuale di assicurazione. Ma non gli servirà a niente, certo non a salvargli la vita, quando decide di fare il buon samaritano aiutando il proprietario della station wagon in panne. Parcheggia dietro di lui, aziona le luci di emergenza e poi si accorge che la macchina è senza targa. Poco dopo Julianne Vernon, alla guida di un pick-up che traina un rimorchio per cavalli, intravede le due auto e accosta. Julianne trova il cellulare rotto di Doug vicino alla portiera della station wagon - e si china per raccoglierlo. Quando Pete si risveglia dal torpore dell'alcol, ci sono cinque macchine ferme al Miglio 81. Due bambini - Rachel e Blake Lussier - e un cavallo che si chiama DeeDee sono gli unici esseri viventi rimasti. Se non si conta la station wagon.

  3. Michael Cornelly, Turno di notte (Piemme 2013, anche questo solo in versione digitale): Una raccolta di racconti solo in digitale per gli appassionati di Michael Connelly e del suo protagonista più amato, il detective Harry Bosch. Al centro dell'indagine condotta dall'investigatore in "Turno di notte", il primo dei tre thriller brevi, sta l'apparente suicidio di un'attrice di Hollywood, un caso che si rivela ben presto molto più oscuro di quanto sembrava all'inizio delle ricerche. In "Cielo Azul" il detective è invece tormentato da un vecchio caso chiuso molti anni prima: l'omicidio di una teenager, trovata morta sul ciglio di una strada, e mai identificata. E infine ne "Il bluff" Bosch investiga sulla morte di una giocatrice di poker che, complice la sua bravura nel gioco, si era fatta molti nemici. Tre avvincenti indagini, sul filo del rasoio, e un unico obiettivo: la verità.

  4. Marc Raabe, Prima di uccidere (Newton Compton 2014): Laura Bjely, una ragazza tedesca, è in Costa Azzurra con degli amici, quando improvvisamente si perdono le sue tracce. Jan, un amico da sempre innamorato di lei, ritrova il suo smartphone in auto: c'è un filmato confuso ma inquietante, girato poco prima che Laura sparisse. Jan non crede affatto, a differenza degli altri, che Laura si sia allontanata volontariamente. Quando, dopo poco, torna a Berlino, prova infatti a cercarla, ma invano. A convincerlo che sia in grave pericolo è l'agghiacciante scoperta, nel congelatore della propria casa, del cadavere della sua vicina. Sulla sua fronte, un messaggio scritto con il sangue: "non Laura". A quel punto non è più solo Laura a trovarsi nei guai, lui stesso lo è... Deciso a rintracciarla a ogni costo, si scontrerà con brandelli di un passato che lo metteranno di fronte a un abisso di follia e malvagità.

  5. Marco Ghizzoni, Il cappello del maresciallo (Guanda 2014): Boscobasso, succulento borgo in provincia di Cremona, è in subbuglio. Non solo il liutaio Arcari è stato trovato morto in circostanze imbarazzanti, ma pare che la sua perfetta mogliettina si sia messa a intrallazzare col becchino, mentre l'ex sindaco è "fuggito" dalla sua tomba: è troppo persino per il maresciallo Bellomo e per i suoi due obbedienti sottoposti. Nel breve volgere di due giorni, mezzo paese viene preso dalla febbre dell'intrigo, che non risparmia nessuno: dalla segretaria comunale Gigliola, zelante in tutto tranne che nel lavoro, al ruvido macellaio milanista Primo Ruggeri, per non parlare della bella barista Elena, contesa tra due uomini e ben decisa a conquistarne un terzo. L'indagine si complica, finché il maresciallo perderà, se non la testa, perlomeno il cappello... Una commedia degli equivoci sul filo del giallo che mette in scena con gusto la provincia italiana, i suoi caratteri, la sua allegria e i suoi misteri, in un intreccio che coinvolge e trascina come una sarabanda.

E poi, naturalmente, c’è l’antologia Vacanze in giallo della Sellerio, di cui vi abbiamo già parlato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail