Helen O'Loy, Drone di morte, Echea e le altre uscite del fantastico Delos Digital della prima metà di luglio

Le novità del fantastico Delos Digital delle prime due settimane di luglio

Come ormai d'abitudine, diamo un'occhiata alle uscite del fantastico Delos Digital della prima metà di luglio 2014.

Oltre ad alcuni lavori di cui parliamo più dettagliatamente poco sotto, vogliamo segnalare anche i capitoli finali di due serie-collane. Si tratta di Red Psychedelia, di Emanuela Valentini che, con la quarta e la quinta "puntata", Il sogno del lupo e Re(d)wind, ci riporta dalle parti della droga Special Red e della favola di Cappuccetto Rosso rivisitata in chiave distopica. Ci aspetta un colpo di scena? L'altra serie-collana che giunge a conclusione (almeno della sua prima stagione) è Trainville. Nell'ultimo episodio, diviso in due parti, Fuga da Trainville, Alain Voudì ci porta ancora una volta, nella città che viaggia su rotaie, in un West alternativo e steampunkeggiante.

Aggiunge un nuovo capitolo anche Chew-9, la serie fantascientifica ideata da Franco Forte, che vede Antonino Fazio (uscito anche con Spectrum 3 per The Tube Nomads) alle prese, in Babelion, con gli anfratti di una costruzione aliena su un pianeta lontano. Anche la serie-collana Urban Fantasy Heroes, curata da Emanuele Manco, si arricchisce di un terzo racconto, dopo il precedente Virtual Flux, di Daniele Picciuti; si tratta di <em Pathfinder: appeso a un filo, di Eleonora Rossetti, che ci racconta di un ragazzo che si ritrova faccia a faccia - nella Torino sotterranea - nientedimeno che col Minotauro.

Si aggiungono altre 3 chicche anche ai Classici della Fantascienza Italiana. Questa prima parte di luglio ci porta i racconti Girotondo com'è bello il mondo, di Renato Pestriniero, scrittore, pittore, traduttore veneziano del 1933, autore di oltre 100 racconti e di sette romanzi (qui per ogni approfondimento), I giorni delle meraviglie e dei miracoli, di Stefano Carducci, informatico, critico e traduttore veneto del 1955, oltre che autore di novelle e racconti, Jonathan, di Bruno Lazzari, classe 1938, autore di due soli racconti, apparsi su Futuro Europa. Girotondo com'è bello il mondo ci porta dalle parti di un uomo normale che si ribella a una società che cerca di stritolarlo; I giorni delle meraviglie e dei miracoli racconta di un vecchio e di un ragazzo che si uniscono per salvare la memoria del mondo; Jonathan narra di una sfida senza precedenti, quella di un gruppo di uomini che vuole scendere con gli sci dal Monte Olimpo, su Marte che, con i suoi 22 kilometri di altezza, è la vetta più alta di tutto il sistema solare.

Ci sono altri 3 racconti - di fantascienza internazionale - che ci piace presentare; si tratta di Helen O'Loy, di Lester del Rey, di Drone di morte, di Peter Watts, e di Echea, di Kristine Katryn Rusch.

fantascienza-delos-digital-prima-meta-luglio-2014

Lester del Rey (1915-1993) è uno scrittore di fantascienza americano, oltre che un curatore editoriale e un critico letterario. Del Rey si è formato su autori come Jules Verne, H. G. Wells, Edgar Rice Burroughs e sui racconti delle storiche riviste del fantastico, Amazing Stories, Weird Tales e Astounding Stories, di John W. Campbell. A Campbell, leggendario curatore sci-fi, Lester del Rey vendette il racconto d'esordio, The Faithful, nel 1938. Da quel momento la sua carriera, non senza difficoltà iniziali, decollò e prosperò, tanto che lo scrittore è annoverato tra gli esponenti di spicco, e più influenti, dell'Età d'oro della Fantascienza (che va dalla fine degli Anni Trenta ai primi Anni Cinquanta). Lester del Rey è stato insignito del titolo di Grand Master, assegnatogli, nel 1990, dalla Science Fiction and Fantasy Writers of America. Tra i suoi lavori, alcuni dei queli considerati veri e propri classici, spesso tradotti anche in italiano (qui per la lista), ricordiamo i racconti Nervi, che narra di un incidente in una centrale nucleare e dei tentativi fatti per evitare una catastrofe di grandi proporzioni, e proprio Helen O'Loy, appena riproposto da Robotica. Il racconto, pubblicato su Astounding nel 1938 e inserito in The Science Fiction Hall of Fame Volume One, 1929-1964 - antologia della Science Fiction Writers of America (che assegna i Premi Nebula), contenente i migliori racconti sci-fi pre-Nebula - ruota attorno alle vicende di una governante robot che un meccanico e uno studente di medicina modificano e che, inaspettatamente, sviluppa emozioni, innamorandosi di uno dei due.

Peter Watts (in video) è uno scrittore di fantascienza hard (tecnologico-scientifica), oltre che un biologo marino. Canadese, classe 1958, non ha all'attivo moltissimi romanzi (ricordiamo almeno la serie Rifters e il romanzo Blindsight); anche la produzione di narrativa breve non è ampissima. Watts è stato, comunque, nominato e finalista di molti premi (BSFA, Sturgeon, Campbell, Locus) e ha vinto l'Hugo - per cui era stato finalista anche col romanzo Blindsight - nel 2010, per la novelette (racconto lungo) The Island. Nella collana Robotica, dopo Le cose (The Things), Premio Shirley Jackson 2010, uscito a febbraio 2014, Peter Watts viene riproposto con Il drone di morte (Malak), scritto nel 2001. Il racconto narra le vicende di un malak, un distruttivo drone da guerra intelligente che, a un certo punto, lo diventa troppo...

Kristine Kathryn Rusch, classe 1960, è una prolifica scrittrice ed editrice americana che, sotto vari pseudonimi, scrive per molti generi letterari diversi: fantascienza, fantasy, mystery, romance e anche mainstream. Ha all'attivo numerosissimi romanzi, racconti (qui la lunga lista) e la vincita di una venticinquina di premi, tra cui, nell'ambito della fantastico, due Hugo (uno per la novelette Millennium Babies, 2001, e uno come editore professionale per la rivista The Magazine of Fantasy and Science Fiction, da lei diretta dal 1991 al 1997). Per la collana Delos Digital Biblioteca di un Sole lontano Kristine Kathryn Rusch esce con un piccolo gioiello, Echea, candidato a Locus, Sturgeon, finalista a Hugo e Nebula. Echea racconta le vicende dell'adozione da parte di una famiglia terrestre di una bambina sempre vissuta sulla Luna, sotto le cupole; rimasta orfana a causa delle violente Guerre Lunari, la bimba è depositaria di un terribile segreto. Di Kristine Kathryn Rusch Delos Digital pubblicherà, nel prossimo futuro e sempre nella collana Biblioteca di un Sole lontano, anche The Retrieval Artist (2002), vincitore del premio Endeavour, e Diving into the Wreck (2008).

Gli ebook delle collane Bus Stop Delos Digital si possono trovare in ogni store online, compreso quello di Delos Books, a partire da € 1,99.

  • shares
  • Mail