Il Napoleone di Notting Hill di Chesterton, il libro che Matteo Renzi vuole regalare all’Europa

Matteo Renzi intervenendo al convegno "Regioni in Europa-Europa delle Regioni" ha parlato di un libro di Chesterton.

Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton
Gilbert Keith Chesterton

Nel castello di Presule, in Alto Adige, nel cuore delle Dolomiti, precisamente nel comune di Fiè allo Sciliar Matteo Renzi, intervenendo al convengo Regioni in Europa-Europa delle Regioni, ha detto, tra le altre cose:

Sull’identità per tenere insieme un popolo consegnerò all’Europa un libretto di Chesterton “Il Napoleone di Notting Hill”, se non mi buttano fuori prima. Racconta la storia di un sindaco pazzo – tema sul quale sono sensibile – che si batte per la sua comunità e insegna che anche un luogo insignificante è poetico se riflette l’identità che tiene insieme un popolo.

Il testo a cui fa riferimento Renzi – Il Napoleone di Notting Hill – è la prima opera di narrativa dello scrittore e giornalista inglese Gilbert Keith Chesterton – 1874-1936 – (che potrebbe essere dichiarato santo dalla chiesa cattolica), un testo che mescola vari generi: dalla satira al paradossale, dal fantastico alla trovata ingegnosa. In Italia è disponibile per i tipi di Lindau, e questa è la sinossi ufficiale:

Che cosa accadrebbe se il re d'Inghilterra venisse eletto tramite un sorteggio? E se a essere sorteggiato fosse un bislacco funzionario governativo in frac, Auberon Quin, dotato di un sulfureo senso dell'umorismo e di un gusto particolare per l'epoca feudale? E che cosa accadrebbe se a condurre questo gioco narrativo fosse Gilbert K. Chesterton? Re Auberon conferisce ai quartieri di Londra la dignità di città-stato e un ragazzo dai capelli rossi di Notting Hill, Adam Wayne, prende talmente a cuore le burle del Re che per contrastare il progetto di una strada che attraversa il suo quartiere scatena una vera e propria guerra con gli altri borough londinesi. L'unico modo per sconfiggerlo sarà affrontarlo sul suo stesso terreno. Con il suo spirito incline al paradosso e all'ironia, Chesterton imbastisce una farsesca allegoria sulla condizione dell'uomo, costretto a domandarsi se il mondo è uno scherzo di Dio e se lui deve stare al gioco seriamente oppure scherzare, a sua volta, fino alla morte.

Gilbert Keith Chesterton

Tutte le news su Matteo Renzi e il Governo.

Matteo Renzi ha con i libri un rapporto speciale e questo non può che farci piacere. Ricordiamo, per esempio, che al discorso di fiducia all’inizio del suo mandato, tanto alla Camera quanto al Senato, Matteo Renzi aveva con sé il libro L'arte di correre di Haruki Murakami. Non solo prosa, per Renzi, ma anche poesia, come quella volta alla festa del Partito Democratico, l’8 agosto 2013, che, dopo un lunghissimo silenzio stampa, tornò a parlare e lo fece con una poesia di Alda Merini.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail