Scarlett Johansson vince la causa contro Gregoire Delacourt: riceverà 2.500 euro di risarcimento

L'attrice aveva richiesto allo scrittore francese un risarcimento di 50.000 euro

L'attrice americana Scarlett Johansson ha vinto la causa contro Gregoire Delacourt: la star lo aveva accusato di "appropriazione indebita della sua immagine" per un personaggio del suo ultimo romanzo ("La premiere chose qu'on regarde" - "La prima cosa che si guarda") pubblicato nel marzo 2013 da JC Lattes.

L'avvocato della Johansson, Vincent Toledano, ha sostenuto in tribunale a Parigi che il libro "ha violato l'immagine della Johansson, utilizzando il suo nome e la sua fama senza il suo consenso e diffondendo illazioni prive di verità sulla sua vita privata".

Nel volume si racconta la storia di una modella francese la cui vita è influenzata dal fatto di essere identica all'attrice, e uno dei personaggi principali ha una relazione con un personaggio che assomiglia a Ryan Gosling, attore canadese ed ex marito della Johansson.

A fronte di una richiesta di risarcimento di 50.000 euro, il tribunale ha imposto allo scrittore francese e alla sua casa editrice di pagare 2.500 euro per i danni.

'Fortuna', in questo caso, che non si sia trattato di un bestseller: infatti nella sentenza il giudice ha spiegato di aver tenuto conto del numero limitato di copie vendute (circa 100.000) e del fatto che la Johansson ha parlato più volte in pubblico della sua vita privata.

Chi è Gregoire Delacourt

Nato nel 1960, Gregoire Delacourt ha iniziato a lavorare nel campo pubblicitario nel 1982 come copywriter e nel 2004 ha fondato l'agenzia Quelle belle journée. Il suo primo libro, "L'écrivain de la famille", è del 2011. Per questo lavoro ha ottenuto numerosi premi, come il Marcel Pagnol, Rive Gauche e Cœur de France.

Nel 2012 ha pubblicato "La Liste de mes envies" ("Le cose che non ho", premiato anch'esso) e nel 2013 il romanzo protagonista della vicenda.

"Captain America: The Winter Soldier" - UK Film Premiere - Red Carpet Arrivals

Via | Adnkronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail