Ocse, l’Italia è il Paese con gli insegnanti più anziani: "più del 50% è over 50"

L'Ocse snocciola qualche interessante dato sugli insegnanti italiani e su come percepiscono l'istruzione nel nostro Paese.

Tra i 34 Paesi membri dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, l’Italia è quello con gli insegnanti più anziani. A rivelarlo è lo stesso Ocse in uno studio pubblicato oggi che fotografa proprio lo stato attuale dell’istruzione nei vari Paesi membri, dal Regno Unito alla Danimarca, dalla Francia al Paesi Bassi.

Secondo lo studio, più del 50% degli insegnati di scuola primaria e secondaria che lavorano in Italia ha un’età che supera i 50 anni. L’età media nel nostro Paese risulta essere di 48,9 anni: il 39,2 percento degli insegnanti ha tra i 50 e i 59 anni, mentre gli over 60 rappresentano l’11,1% del totale.

Il dato diventa allarmante quando vengono presi in considerazione gli insegnanti under 30: solo l’1% del totale deve ancora compiere 30 anni, mentre gli under 40 si attestano sul 16,7%.

Le statistiche variano di poco se si prendono in considerazione i presidi. L’età media è di 57 anni, al pari del Giappone e solo dopo la Corea, dove i presidi delle scuole medie primarie e secondarie hanno in media 58,8 anni.

Stabilità qual è la situazione anagrafica degli insegnanti italiani, lo studio ha cercato di capire anche come questi vivono il proprio lavoro. E qui arriva la sorpresa, come ben illustra l’Ansa:

L'87% dei docenti Italiani di secondaria di I grado ha fiducia nelle proprie capacità di saper motivare gli studenti che hanno scarso interesse per le attività scolastiche (70% Paesi Talis, 71% Paesi Ue); il 98% sente di saper portare gli studenti a credere nelle loro capacità di raggiungere buoni risultati (86% Paesi Talis). La grande maggioranza degli insegnanti italiani (94%) afferma che tutto sommato è soddisfatta del proprio lavoro (91% media Paesi Talis).

Siamo ben oltre la media europea, ma lo stesso non si può a proposito della valorizzazione dell’insegnamento nella società, sempre secondo gli insegnanti: l’88% di loro pensa che l’insegnamento non sia abbastanza valorizzato, una percentuale che sale al 92% quando si prendono in considerazione i dirigenti scolastici.

Maturità 2014: consigli e strategie per il ripasso per l’esame scritto e per quello orale

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail