Maturità 2014, la versione di greco: Luciano, "L' ignoranza acceca gli uomini"

Il testo della seconda prova per il liceo classico

12.14
Ecco il testo greco:

?????? ?? ? ?????? ??? ?????? ????? ????????? ?????, ????? ????? ???? ?????????? ??? ????????? ??? ??? ???????? ????????? ??? ??? ??????? ???? ????????????. ?? ????? ???? ??????????? ?????? ????????, ?????? ?? ??????? ????? ??????????, ?? ??? ????????????? ??????, ?? ?? ?????????????, ????? ????, ??? ?? ??? ??????? ??? ???? ????? ??? ???????, ?? ?? ????? ??? ??????? ????????? ?? ???????? ????????: ??? ???? ??? ??????? ??? ??????????? ?? ??????????? ?? ????? ?????????????. ????????? ?????? ??? ???? ?????????????????? ??????? ??? ?? ??????? ?? ??????? ??????????, ???? ?????????? ??? ???? ????????? ??? ?? ??????? ??????????: ?????? ??? ?? ??????? ??? ?? ?? ????? ???????????? ????? ????? ??? ?? ??? ??? ??????? ??????? ??? ???????? ????? ???????? ????????????. ???? ?? ??? ?? ?? ???? ??? ?????????, ??????? ?? ?? ??? ??? ??????? ???? ??? ??????? ??? ????? ????????, ??? ?? ??? ??? ????? ????????? ???????? ??? ?????? ????? ?????????, ??????? ?? ???? ?????? ?????????? ??? ??????? ???? ??? ???????? ??? ?????? ???? ??? ?????????? ??? ??????? ???? ??? ????????: ?????? ?? ??? ?????? ??????????? ??? ????? ^ ??????????? ??? ??? ???? ??? ???????? ???????????

10.15
La traduzione proposta da Studenti.it

Una cosa terribile è l'ignoranza, fonte senza fine dei mali umani, diffonde una nebbia sui fatti, oscura la verità, e lancia un buio sulla vita individuale. Siamo tutti pedoni nelle tenebre - o diciamo, la nostra esperienza è quella di ciechi che, sbattendo impotente contro la realtà, e volando alto per cancellare l'immaginario, non riuscendo a vedere ciò che è vicino ai loro piedi, e nel terrore di essere feriti da qualcosa che è leghe di distanza. Qualunque cosa facciamo, scivoliamo sempre. E' ciò che hanno trovato i poeti tragici in mille temi, da Laddacide, a Pelopide, e tutti gli altri di loro. Un approfondimento dimostrerebbe che la maggior parte delle calamità messe sul palco sono prodotte dall'ignoranza, come se fosse una regista soprannaturale. Questo è abbastanza vero in generale; ma mi riferisco più in particolare alle false notizie riguardo intimi e amici che hanno rovinato le famiglie, città rase al suolo, padri guidati nella frenesia contro la loro prole, il fratello in lotta con il fratello, i bambini con i genitori, e l'amante con l'amato. Molte sono le amicizie che sono stati distrutte, molte famiglie cadute in discordia, perché la calunnia ha trovato terreno fertile.

8.55
L'autore scelto per la versione di greco (seconda prova - maturità classica) è Luciano di Samosata e il libro da cui è stato scelto il passaggio da tradurre è "Contro un bibliomane ignorante". Anche nel 2008 gli studenti hanno dovuto tradurre una sua opera.

I consigli per tradurre una buona versione di greco

Il titolo dell'estratto è "L'ignoranza acceca gli uomini" (dal libro LVIII).

Traduzione proposta da Scuolazoo

"Tristo male è l’ignoranza, e cagione di molti mali agli uomini: essa diffonde quasi una caligine su le cose, oscura la verità, e getta un’ombra su la vita di ogni uomo. Noi sembriamo come quelli che vanno al buio, anzi siam come ciechi, e dove intoppiamo a caso, dove trapassiamo alla ventura, questo che ci è vicino e innanzi a’ piedi non vediamo, quello che è lontano e molto discosto temiamo come ci fosse molesto. Insomma in tutte le azioni noi stiamo sempre per cadere. Or questo ha dato ai poeti tragici innumerevoli argomenti di drammi, i Labdacidi, i Pelopidi, ed altri simili; chè quasi la maggior parte delle sventure messe in su la scena, tu trovi che l’ignoranza, a guisa di un tragico demone, le fornisce. Dico questo considerando altre cose, e specialmente le false denunzie contro amici e famigliari; per le quali già furono e case rovinate, e città spiantate, e padri infuriarono contro figliuoli, e fratelli contro fratelli, e figliuoli contro genitori, e amanti contro le persone amate: molte amicizie si ruppero, e molte case sprofondarono per essersi creduto a calunnie verisimili"

file000742391670

  • shares
  • Mail