Le meraviglie dell'autoproduzione: Senza pesare sulla terra, di Elisa Nicoli

Ha uno splendido titolo questo volumetto di Elisa Nicoli, “Senza pesare sulla terra”, una sorta di racconto dell'anima del suo percorso di appassionata ed esperta dell'autoproduzione e in generale dei modi più creativi per eliminare gli sprechi.

Elisa Nicoli, si legge nelle note a questo agile volumetto Senza pesare sulla terra, è “camminatrice e autoproduttrice professionista, e dal 2007 realizza documentari e libri su tematiche ambientali".

È interessante segnalare alcuni suoi best seller editi da Altreconomia fra cui L’erba del vicino. Manuale per la raccolta e l’uso conviviale di erbe e frutti selvatici ma anche Pulizie creative, su come realizzare cosmetici, detersivi e prodotti per l'igiene della casa fai da te.

Oppure c'è 100 cult in padella, sempre Altreconomia, che insegna ad autoprodurre in casa cibi che in genere compriamo già confezionati e di cui in teoria è difficile fare a meno per far quadrare i menu di casa.

Le meraviglie dell'autoproduzione: Senza pesare sulla terra, di Elisa Nicoli

In realtà, parlandovi di questi altri titoli, non ho fatto che anticiparvi il lavoro, perchè dopo aver letto questo Senza pesare sulla terra, non potrete fare a meno di interessarvi ai suoi lavori pratici. E, fidatevi, leggete prima questo volume, per entrare davvero nello spirito dell'autoproduzione.

Perché in questo testo Nicoli racconta a ritroso la sua esperienza, accennando i motivi profondi, magari anche radicati nella famiglia d'origine, del suo desiderio di gestire anche ciò che viene scartato come “rifiuto”.

Divertente leggere dei primi esperimenti di riciclo che la portano a trasformare i componenti di una vecchia tv in gioielli tecnologici o una ruota di bici in un lampadario d'atmosfera.

Ma è solo l'inizio, e col tempo Elisa si perfeziona – anche ascoltando le critiche degli altri – nella produzione di cosmetici fai da te e prodotti per la pulizia della casa, questa volta con un aspetto e un profumo gradevoli per tutti.

Elisa ci spiega che per lei come per tutti arriva il momento in cui ti accorgi che per trovare la tua strada “conta tantissimo essere circondati da persone che ti capiscono e non ti credono una pazza fondamentalista, ti deridono e ti rifiutano”.

Accade ad esempio con le coinquiline dell'università, che in alcuni casi non accettano le sue idee sulle routine igieniche in casa, e di sicuro non sono tipe da impegnarsi – come fa lei – a fare la spesa cercando di acquistare prodotti industriali che portino con sé meno imballi possibili.

Nella sua esperienza come in quella di quasi tutti, succede infatti anche che per portare a compimento i propri progetti è inevitabile arrivare a volte a separare le proprie vie quotidiane dai propri affetti. Anche da coloro a cui in ogni caso continueremo a voler bene per tutta la vita.

Elisa Nicoli
Senza pesare sulla terra. Le mie esperienze di ecologia quotidiana
Ediciclo
14 euro

  • shares
  • Mail