L’ovale rimbalza male: Castrogiovanni, Canale e Parisse si raccontano in un libro

Nicola Mostardini cura per Giunti editore la pubblicazione di un libro che ci fa conoscere più da vicino tre campioni del rugby.

Non sono un grande fan dello sport (anzi: lo sport non mi interessa proprio!) anche se a volte mi soffermo a leggere libri che ruotano proprio intorno allo sport. Uno di quelli che ho letto recentemente in merito è L’ovale rimbalza male. Dal rugby alla vita nelle storie di tre campioni.

Un po’ ero incuriosito dal fatto che del rugby tutti ne parlano bene e volevo capire il perché, dall’altro perché sfogliandolo mi sono soffermato sulle foto (c’è un inserto fotografico molto ben curato e sì, sono uno di quelli che quando un libro ha delle foto, prima guardo le immagini e poi leggo il testo) che hanno aumentato la mia curiosità.

L’ovale rimbalza malein libreria per Giunti editore – racconta episodi della vita di tre campioni della nazionale italiana di rugby, vale a dire Martín Castrogiovanni, Gonzalo Canale e Sergio Parisse – che, con l’aiuto di Nicola Mostardini, ci portano nelle loro vite, dentro e fuori dal campo di gioco.

Per rimanere sempre aggiornato sul rugby segui Rugby 1823.

L’ovale rimbalza male: Castrogiovanni, Canale e Parisse si raccontano in un libroQuesto è uno degli aspetti che mi è più piaciuto del libro, vale a dire il fatto che Castrogiovanni, Canale e Parisse non hanno alcun timore a mostrarsi così come sono (per quanto sia possibile farlo in un libro, naturalmente), magari anche facendosi vedere con le loro debolezze umane, sgretolando un po’ il mito che vuole gli sportivi in genere – e quelli del rugby in particolare – come concentrato di pura forza. Forza fisica, certamente, ma che, almeno per quel che riguarda i protagonisti de L’ovale rimbalza male, è sostenuta da una grande forza interiore che poi si trasmette sul campo da gioco, emozionando grandi e piccini in nome del reciproco rispetto e della civiltà.

L'ovale rimbalza male è un bel libro, adatto alla lettura da parte di tutti, anche per quelli (come me!) che non sono interessati al rugby (o ad altri tipi di sport).

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail