I mille nomi, di Django Wexler

Epic & military fantasy per Fanucci. La storia di un capitano e di una donna che si finge soldato alla frontiera desertica di un mondo a cavallo tra Europa pseudo-napoleonica e Inghilterra vittoriana


I mille nomi, di Django Wexler, è il primo volume - pur perfettamente standalone - della serie epic fantasy militare The Shadow Campaigns, per ora composta da due romanzi, The Thousand Names/I Mille nomi e The Shadow Throne, e da un racconto digitale prequel, The Penitent Damned.

Laureato in scrittura creativa e informatica, classe 1981, Django Wexler (chi, tarantiniano o meno, non si è subito incuriosito?), dopo aver lavorato all'Università come ricercatore sulle intelligenze artificiali si è trasferito da Pittsburgh al nordovest degli degli Stati Uniti, a Seattle. Qui ha cominciato a lavorare per Microsoft e a scrivere fantasy, genere nel quale ha raggiunto la notorietà nel 2013, proprio con I mille nomi (The Thousand Names).

Il libro che, per certi versi, può essere apprezzato da chi ama i libri di Bernard Cornwell, incrociati a quelli che compongono la serie La Caduta di Malazan, di Steven Ericskon, si ambienta in una zona di frontiera, Khandar, punto d'incontro tra terre che potrebbero ricordare sia i paesi nordafricani che quelli arabico-montani, sia il deserto del Sahara che le "ruvide" pendici dell'Hindo Kush afgano (*). Il mondo di cui Khandar è frontiera è il Regno di Vordan che, pur non essendo visitato nel primo romanzo, si sa avere impostazione e tecnologia pseudo-ottocentesca e può ricordare sia l'Europa napoleonica che la successiva Inghilterra vittoriana, imperialismo compreso.

La storia che, nella prima parte ha un'impostazione storica - con ampio spazio concesso alle vicende militari e alle battaglie - e si arricchisce di importanti elementi fantasy nell'ultima, viene raccontata da due punti di vista - ottimamente costruiti, dicono i lettori anglofoni -, quello del capitano Marcus d'Ivoire e quello di Winter Ihernglass, donna che si finge soldato e che, data l'abilità tattico-strategica, verrà promossa luogotenente dell'esercito coloniale. Terzo protagonista, anche se non provvisto di POV, è il nuovo comandante, il colonnello Janus Bet Vhalnich Mieran - inviato alla frontiera per conquistare una città in mano a ribelli, predoni e fanatici religiosi - e con lui prenderà corpo la parte soprannaturale.

i-mille-nomi-wexler-fanucci

Questa la sinossi ufficiale del libro: La sonnolenta quotidianità in cui il capitano maggiore Marcus d’Ivoire e il suo piccolo esercito sono risucchiati, rassegnati a finire i propri giorni in un remoto avamposto, è stravolta dallo scoppio di una ribellione ai confini del Regno di Vordan, che li costringerà alla dura prova della difesa di una fortezza nel deserto. Winter Ihernglass si è arruolata nell’esercito fingendosi un uomo, con il solo scopo di sfuggire al suo passato. Coraggio e determinazione non le mancano, e insieme alla sua umanità le faranno ottenere in breve una promozione a luogotenente. I destini di questi due soldati e dei loro uomini dipendono dal colonnello Janus bet Vhalnich, il prescelto dal re per riprendere in mano le redini di una guerra che sembra perduta e ristabilire l’ordine. Il suo genio militare sembra non conoscere limiti, sotto il suo comando si assiste a un rovesciamento delle sorti. Marcus e Winter credono nel loro superiore e sono pronti a seguirlo fino alla fine, ma la loro fedeltà sarà messa a dura prova quando cominceranno a sospettare che le ambizioni dell’enigmatico colonnello vadano ben al di là del campo di battaglia, avvicinandosi pericolosamente al sovrannaturale...

Qui Django Wexler su Facebook e Twitter. Qui il suo blog.

Serie The Shadow Campaigns

0.5 The Penitent Damned, 2013, novella prequel digitale
1. The Thousand Names, 2013 (I mille nomi, 2014)
2. The Shadow Throne, previsto per luglio 2014
3. a seguire

Django Wexler
I mille nomi (The Thousand Names)
Fanucci
€ 20,00
In uscita il 29 maggio (ebook già disponibile)

Video | New York ComiCon 2013 | Geek Geek Revolution | Panel con alcuni autori, tra cui Django Wexler

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail