Salone del Libro di Torino, tutti i grandi ospiti italiani

Alcuni degli ospiti italiani che parteciperanno alla XVII edizione del Salone del Libro di Torino

Stand, iniziative, appuntamenti, incontri, dibattiti, aperitivi, workshop. Tutto questo e molto altro rappresenta Il Salone Internazionale del Libro di Torino, che aprirà le sue porte ai lettori giovedì 8 maggio.

Abbiamo già detto molto a riguardo di questa importante kermesse che raggiunge quest'anno, con molto successo, la sua XXVII edizione. Vi abbiamo parlato dell'idea di quest'anno di aprire alle start up tecnologiche per favorire l'esperienza della lettura, vi sveliamo - giorno dopo giorno - gli aspetti più interessanti del programma e dell'ospite d'onore di quest'anno. Non solo: vi abbiamo parlato degli eventi, tantissimi, correlati alla Fiera, a Torino e dintorni. Vi abbiamo spiegato come arrivare alla Fiera ottimizzando i tempi e quale filone seguire per comprendere meglio il tema scelto per quest'anno.

Adesso, è il momento di fare qualche nome dei grandi ospiti che i lettori potranno incontrare al Lingotto durante la settimana del Salone.

In apertura del Salone, Massimo Cacciari, con il suo nuovo libro "Labirinto filosofico" sulla grande tradizione metafisica, dialoga con Federico Vercellone. Nicola Gratteri e Alessandro Nicaso, due protagonisti della lotta alla mafia, presentano il libro con cui Caterina Chinnici, figlia del magistrato assassinato dalla mafia racconta l’odissea dei famigliari delle vittime. Piergiorgio Odifreddi racconta i momenti salienti della scienza partendo dal poema di Lucrezio per arrivare a Newton, mentre gli chef  Bruno Barbieri e Carlo Cracco, parlano della loro riscoperta della tradizione alimentare italiana.

Salone del Libro di Torino 2013

E ancora: un ricordo di Tiziano Terzani a dieci anni dalla scomparsa, dalle voci di  Massimo Gramellini e Angela Terzani; Aldo Cazzullo,  Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo
raccontano i disastri del Sud;  Ferzan Ozpetek, Luciana Littizzetto, Francesco Guccini con il suo "Nuovo dizionario delle cose perdute";  Michele Serra e Francesco Piccolo
dialogano sul rapporto padri/figli.

Non vi bastano? Allora ecco Walter Veltroni con il suo ricordo su Enrico Berlinguer, Eugenio Scalfari, Giovanni Floris e il suo esordio narrativo, Vittorio Feltri,  Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi sull'arte italiana. E poi: Oscar Farinetti, Giovanni Soldini, Luis Sepúlveda e Carlo Petrini si affidano alla saggezza delle storie per parlare dei valori da difendere oggi.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail