Salone del Libro di Torino: la Santa Sede ospite d’onore e gli eventi collegati

Moltissimi gli eventi dedicati alla spiritualità nel corso del Salone del Libro di Torino, visto che la Santa Sede è l’ospite d’onore per l’edizione 2014.

La Santa Sede è l’ospite d’onore al Salone del Libro di Torino e sarà presente con un grande stand nel terzo padiglione del Lingotto: un cupolone fatto di libri, progettato dall’architetto Roberto Pulitani del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. La pianta dello stand riprende il progetto per la nuova Basilica Vaticana di Donato Bramante, di cui si celebra quest’anno il 500° anniversario della morte (Roma, 11 aprile 1514).

Fra i pezzi più pregiati sono esposti i manoscritti originali dell’Inferno dalla Divina Commedia di Dante Alighieri con le illustrazioni di Sandro Botticelli e un’Iliade di Omero in greco con testo latino a fronte. Fra gli autografi, una lettera del 10 agosto 1848 di Carlo Alberto re di Sardegna a papa Pio IX; una lettera del 20 luglio 1859 di Camillo Benso conte di Cavour a monsignor Gaetano Tortone, reggente della Nunziatura Apostolica in Torino; una lettera dell’8 settembre 1870 di Vittorio Emanuele II a papa Pio IX e una lettera del 29 ottobre 1876 di san Giovanni Bosco a Pio IX. Inoltre sculture e frammenti marmorei dei Musei Vaticani e volumi con illustrazioni artistiche dalla Collezione di Arte contemporanea del Vaticano. L’Ufficio Filatelico e Numismatico Vaticano ha inoltre realizzato l’emissione filatelica di un francobollo appositamente dedicato al Salone.

Tra i vari incontri che ci saranno a Torino in questo contesto del Paese d’onore segnaliamo venerdì 9 maggio il convegno internazionale Editoria religiosa nel mondo, a cura della Libreria Editrice Vaticana, coordinato da Giuliano Vigini, in cui intervengono Gregory Erlandson (Usa), Enrique Mota (Portogallo), Albrecht Weiland (Germania), Gianni Cappelletto (Italia).

Salone del Libro di Torino: la Santa Sede ospite d’onore e gli eventi collegati

Naturalmente si parlerà di papa Francesco e, in particolare del nuovo linguaggio che ha impresso alla comunicazione globale: a discuterne saranno Aldo Grasso, padre Federico Lombardi, Giovanni Reale e padre Antonio Spadaro.

Altri eventi in programma sono: Corrado Augias che si interroga sul complesso rapporto tra potere spirituale e potere temporale nella storia della Chiesa, e sulla «rivoluzione» del papato di Francesco; Vito Mancuso che propone una «vita segreta di Gesù» attraverso i Vangeli Apocrifi, appositamente tradotti per l’occasione; venticinque donne di oggi, tra cui Dacia Maraini, offrono al Papa il loro contributo per la pace e i diritti umani.

Gli incontri toccano una vasta gamma di temi: il dialogo interreligioso, l’intolleranza, le derive dell’economia globale, la povertà nel mondo e la povertà della Chiesa, il lavoro giovanile e la criminalità organizzata, l’emergenza immigrati e rifugiati, i papi santi del Novecento, i gesuiti al servizio del Sud, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, le opere di Benedetto XVI, il bicentenario della nascita di don Bosco che cade il prossimo anno, il monachesimo, Medjugorie, filosofi come Maritain e Martinetti, l’approccio alle nuove tecnologie. Si intitola Il latino al tempo di Twitter l’incontro che vede riuniti Ivano Dionigi, rettore dell’Università di Bologna, Luciano Canfora e Valerio M. Manfredi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Di de:User:Maus-Trauden (Opera propria, de:Image:Salonee-sistino.jpg) [GFDL o CC-BY-SA-3.0], attraverso Wikimedia Commons

  • shares
  • Mail