Il progetto Wikipoesia

Ormai se ne parla già da un po’ e credo che, a questo punto, molti siano i curiosi. Ma che cos’è questa Wikipoesia? Immaginate un mosaico i cui tasselli siano poesie composte da diversi autori, una sola opera scritta da tante mani. Il progetto è piuttosto ambizioso e interessante e di certo darà nuovi stimoli ad un genere, quello poetico, da tempo trascurato. Il wikismo vuole generare una produzione corale che si ispiri ai principi della wikipedia, una collaborazione, dunque, tra diversi poeti che lavorano alla stessa opera. Si crea così una struttura a ragnatela in cui ogni poesia-tassello si ricollega ad un altro con un’immagine, una citazione o un’allusione, senza restrizioni stilistiche di alcun tipo. Nell’ultimo numero di Permalink c’è un articolo dedicato a questo argomento con un’intervista ad Andrea Galli, direttore artistico e ideatore di Wikipoesia.
Altre informazioni le potete trovare su Bellami.it, il sito di un Circolo Letterario che, tra le altre attività, promuove questo innovativo movimento poetico.

  • shares
  • Mail