Ritrovato Leggiu, il van di Pianissimo

Il van del progetto Pianissimo è stato ritrovato grazie al tam tam mediatico.

E' finita a lieto fine la storia di Leggiu, il furgone-biblioteca di  Filippo Nicosia, arrivato dalla Sicilia a Milano qualche giorno fa e rubato nel centro meneghino.
E' finita bene perchè il furgone, utilizzato per il progetto di bibllioteca itinerante "Pianissimo", con il supporto di Terre di Mezzo è stato ritrovato sui Navigli, anche grazie al tam tam mediatico su Facebook che da sabato ha diffuso la notizia senza sosta.

Da anni Leggiu, assieme al suo guidatore, girano per le città per incontrare grandi e piccoli in scuole e associazioni. Un progetto di promozione culturale dal basso che sabato 22 marzo ha rischiato di non avere più un prosieguo. Il piccolo van è stato rubato con all'interno tutti i preziosi libri - preziosi per l'elevato valore affettivo dei suoi volumi - nella zona dei Navigli.
Comunicata la triste notizia su Facebook e sul blog, il passaparola per ritrovare Leggiu è partito in un istante, al punto che 48 ore dopo il furgone bianco e tutti i suoi passeggeri cartacei sono stati ritrovati a a poca distanza da piazza Arcole, sui Navigli.

Il progetto Pianissimo (e la sua missione di educazione alla lettura) può quindi andare avanti: un progetto valido, che nel 2013 ha avuto anche il riconoscimento del Premio Gutenberg come migliore iniziativa di promozione della lettura. A Milano doveva - e potrà -  partecipare all'evento "Fa' la cosa giusta", la fiera degli stili di vita sostenibili. "Pianissimo - aveva scritto ieri Nicosia sul suo blog -  è l’entusiasmo che si prova nello stare insieme e leggere dando davvero spazio al potenziale di un libro, dallo scrittore, al redattore, dal grafico, al libraio che tutti insieme arrivano nelle mani e nella testa del lettore". Un entusiasmo che continuerà a vivere. E' il caso di dirlo: E tutti vissero felici e contenti.

leggiu

  • shares
  • Mail