La verità, un libro di Annamaria Franzoni

Diventate noti alle cronache, scriverete un libro.

Con questo che sembra uno slogan pubblicitario, voglio solo introdurvi ad un'altra sconcertante notizia editoriale: Annamaria Franzoni, la mamma di Samuele, ha scritto un libro, in uscita il 12 novembre.

La donna, processata e condannata a 30 anni per l'omicidio del figlio, aiutata da Gennaro De Stefano, narra tra le pagine di un libro la sua vicenda.

Il ritrovamento del corpo di Samuele nel letto, i ricordi, le emozioni che da quel lontano 2002 ha provato e continua a provare, le riflessioni, ma prima di tutto la narrazione dettagliata di quella mattina del 30 gennario 2002, quando Samuele è stato ucciso.



Il libro ha un titolo eloquente: "La verità". Ma qual è il suo vero fine? E' un modo per conquistare l'opinione pubblica, o veramente un libro di memorie di una mamma disperata?

A Porta a Porta la Franzoni, a domanda simile postale da Vespa, ha risposto: «voglio precisare che è la verità non è 'una mia verità' è la verità di quello che è successo quella mattina. Ho raccontato come sempre, l'ho fatto cercando di ricordare nei particolari quello che è successo ed anche i miei pensieri. E' la verità e ci tengo a dirlo».
Ma chissà cosa intende, lei, per verità.



Il libro, previsione del tutto personale, venderà molto. Stimolare la curiosità della gente, si sa, è il miglior marketing.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1828 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO