Albert Camus: dal mito di Sisifo 54 anni dopo l'incidente

Ritornare a Camus più di mezzo secolo dopo.

Il 6 gennaio 1960 Albert Camus moriva in un incidente d'auto sulla nazionale 6, di ritorno da Lourmarin (in Vaucluse, presso il comune di Villeblevin dov'è deceduto c'è un monumento in memoria) sulla strada che unisce Lione a Parigi, a bordo di una Facel-Vega FV3B condotta dal suo amico Michel Gallimard (nipote dell'editore Gaston Gallimard) lo scontro con due alberi ucciderà entrambi. I giornali accuseranno dell'accaduto la volontà eccessiva, una crisi epilettica del conduttore, lo scoppio di un pneumatico, e alcune ipotesi arriveranno a progettare vari complotti, mentre ricordavo ancora gli echi mortiferi ed imperituri de "La Peste", ho ritrovato un estratto de "Il mito di Sisifo" tra le letture di una compagna degli anni universitari napoletani. E allora che gioia posare nuovamente gli occhi sul saggio pubblicato nel 1942 ed inserito nel "Ciclo dell'assurdo" con "Lo Straniero" e le due pièce teatrali "Caligola" e il "Malinteso". Mi identifico perfettamente nella sua sottolineatura blu:

Al termine ultimo, mi fate sapere che questo universo incantevole e variopinto che si riduce all'atomo e che l'atomo, a sua volta, si riduce all'elettrone. Tutto ciò va bene, ed io attendo che continuiate. Ma voi mi parlate di un visibile sistema planetario in cui degli elettroni gravitano intorno ad un nucleo e mi spiegate questo mondo con un'immagine. Devo riconoscere allora, che siete arrivati alla poesia e che io non "conoscerò" mai. Ho appena il tempo di sdegnarmene, che voi avete già cambiato teoria. Così questa scienza, che doveva tutto farmi conoscere, finisce nell'ipotesi, questa lucidità sprofonda nella metafora, questa incertezza si risolve in opera d'arte.

Nell'anno successivo al suo anno, festeggiato polemicamente in quella Francia che fu patria adottiva, torniamo a ricordarlo con tutti i suoi luminosi tormenti intellettuali.

Photo by Antonio Maria Segovia.

Via | facebook.com/photo

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO