"Alice senza niente" di Pietro De Viola

Scritto da: -

Alice senza nienteSe ne parliamo è proprio perché ne abbiamo abbastanza. Della situazione insopportabile, della cappa che pesa sulla testa, dei mille vi faremo sapere e delle ancora più numerose offerte di stage senza corrispettivo (o nelle migliori delle ipotesi con miseri rimborsi spesa) e dalle innumerevoli e mirabolanti promesse di assunzione, naturalmente puntualmente disattese. Il siciliano Pietro De Viola, “abbonato ai lavori a tempo determinato”, ci ha visto giusto, anche perché ha descritto una realtà “vissuta sulla propria pelle”. Quella stessa pellaccia che diventa involucro di caucciù sul quale far rimbalzare tutti i sacrifici e le delusioni di una generazione, quella degli odierni trentenni, “sufficientemente priva di futuro” per soffrirne da cani, ma abbastanza battagliera da non rassegnarvisi.

Il risultato è “Alice senza niente”, la storia lucida e a tratti amara, di una giovane disoccupata laureata in scienze politiche, che trascorre il tempo tra colloqui falliti, piccoli lavori e mille astuzie. Continuamente in bilico sul baratro della paura del fallimento, si concentra su un importante obiettivo, passare dallo status di aspirante a quello di precaria, leggermente più avanzato. Un’esistenza nella quale la nostra protagonista si destreggia, insieme al fidanzato Riccardo, fronteggiando quotidianamente lo svuotamento.

Un’angoscia che l’autore sembra aver affrontato di petto, lanciandosi in una vera e propria operazione di “auto-promozione” che ha visto più di 35000 copie scaricate, per la versione gratuita del suo ebook, e attirato l’attenzione sul relativo blog. Un successo amplificato dalle principali testate nazionali e anche da alcune internazionali, non sfuggito all’editore Terre di Mezzo, che ha deciso di scommettere sulla versione cartacea, in libreria da settembre scorso. Una bella vicenda che accende un debole barlume di speranza.

Via | alicesenzaniente.altervista.org

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 27 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Booksblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.