Il libraio di Reykjavik, 24 ore letterarie in Islanda

Inoltrarsi nel quotidiano di un libraio di Reykjavik.



La lontananza spesso è un limite alla comprensione. Eppure tante dinamiche si assomigliano enormemente. Per gettare un occhio sulla realtà libraria islandese, a migliaia di chilometri dalle nostre case, abbiamo approfittato di questo video che porta direttamente in una giornata tipo di Ari Gisli Breagason, libraio di Reykjavik, la capitale dello stato meno popolato del continente europeo. La serie di vivreinislande.fr, sito di promozione dell'Islanda dedicato ai francofoni, una webzine creata da Eric Eymard e alimentata da una decina di autori, ci mostra proprio il suo quotidiano, che comincia non troppo presto a dire il vero, con la sveglia che suona alle 11.13. Un inizio piuttosto comodo, seguito dalle tradizionali abluzioni, controllo mail, breve passeggiata a sei zampe, sostanziosa colazione tradizionale e tanti, ma tanti libri, prima a casa e poi in libreria. Perché tra clienti da consigliare e scaffali pieni di tomi cartacei da mettere in ordine, le poche ore di luce passano in fretta, data anche la particolare posizione del paese che fa si che da fine di maggio alla fine di luglio difficilmente il sole tramonti del tutto; mentre il lungo crepuscolo dell'inverno concilia perfettamente la lettura rendendo turisticamente più attrattiva l'isola vulcanica perduta all'estremo nord del mondo, tra Groenlandia e Gran Bretagna.

Via | vivreenislande.fr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO