Carlo Lucarelli e le intercettazioni impossibili alla Bottega Finzioni di Bologna

Intrecci vicini al reale per il laboratorio bolognese di narrazione fondato da Carlo Lucarelli.

I sentieri della scrittura sono infiniti e le sue tematiche altrettanto innumerevoli, e gran parte delle ispirazioni narrative arrivano proprio dal reale, per reinventarlo. Per esercitarsi nella sceneggiatura e cimentarsi con la scrittura di mestiere ripartono "le intercettazioni impossibili", nuova iniziativa di Bottega Finzioni, il laboratorio bolognese di narrazione fondato nel 2011 da Carlo LucarelliMichele Cogo, Giampiero Rigosi e Beatrice Renzi e diviso in 7 le aree tematiche: Fiction, Non-Fiction, Letteratura, Produzioni per bambini e ragazzi, Teatro, Fumetto, Videogame. Una realtà che riproduce il miniatura il mondo della letteratura e ci consente qualche riflessione su alcune delle spinte che lo animano in questi ultimi anni. Come il prepotente ritorno dei gialli e dei polizieschi, nella rinnovata ed attualissima veste di testi che rispondono con il loro successo, ad un profondo bisogno di comprensione che emerge ben oltre il rodato meccanismo delle indagini in scrittori come Maurizio de Giovanni oppure Alessandro Prandini.
Un'occasione per cimentarsi con quello che è diventato un vero e proprio genere, immaginando anche conversazioni surreali, collocate ben oltre le tradizionali frontiere del tempo e dello spazio. E per approfittare di una borsa di studio annuale i giovani scrittori interessati sono invitati ad immaginarsi un frammento d’intercettazione telefonica tra due personaggi esistenti, esistiti o inventati da qualche grande autore.

Tanto per fare qualche esempio: se Adamo ed Eva avessero potuto comunicare tra loro alle spalle di Dio, che cosa si sarebbero detti al cellulare? Dante Alighieri e Beatrice si parlavano con endecasillabi incatenati anche quando erano al telefono? È a causa delle lunghe telefonate con Platone che Socrate non ci ha lasciato una riga di suo pugno? Cosa si potrebbero dire Alessandro Magno e Obama nel corso di una telefonata inter-temporale oltre che internazionale?

C'è tempo fino al 7 dicembre 2013 per inviare il testo dell’intercettazione impossibile, quella selezionata garantirà al suo autore l’opportunità di frequentare gratuitamente l’area di Non-Fiction della Bottega Finzioni 2014 mentre i 10 migliori testi saranno adattati per la radio nel corso del 2014 e proposti ai principali canali radiofonici nazionali.

Via | bottegafinzioni.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO